prossimo ostacolo Cosenza

Prossimo ostacolo il Cosenza: fallimenti e ripescaggi continui

Sabato  12 novembre p.v alle ore 14,00 il Palermo affronta il Cosenza allo stadio “San Vito- Gigi Marulla”.

La prima comparsa del calcio a Cosenza avvenne nel 1912, quando grazie ad una società denominata “Fortitudo” si partecipa ad un campionato meridionale formato da 12 squadre. Nel 1914, il Cosenza disputa il suo primo derby contro il Catanzaro, terminato in parità (1-1). Nella stagione 1987-’88 arriva la tanto attesa promozione in serie B, dopo 24 anni di assenza. Fu una stagione fantastica, dominata dall’inizio alla fine e conclusasi al primo posto insieme al Licata. Quella squadra, era allenata da Gianni Di Marzio.

City Group, pronto un clamoroso esonero: le ultime

La stagione 2002-’03 (ultima di serie B) è l’anno più buio per i colori rossoblu. Infatti, durante la stagione, viene arrestato il presidente Pagliuso, col Cosenza che trovandosi già in zona retrocessione non riesce a salvarsi, sprofondando in serie C. Ma per il Cosenza non si tratta di serie C, bensì di cancellazione da tutti i campionati professionistici. In città si rischia di rimanere senza calcio. Si provano vari ricorsi in Lega, ma  è tutto inutile. L’unico modo per riavere una squadra di calcio è quello di crearne una nuova: nasce così il Cosenza FC, costretto però a partire dalla serie D.

Altra retrocessione …

La stagione 2010-‘11 (Lega Pro Prima Divisione) a causa di grossi problemi societari, che portarono una penalizzazione di 6 punti in classifica per inadempienze economiche, fu una vera e propria agonia. Vennero cambiati ben quattro tecnici (Domenico Toscano, Paolo Stringara, Mario Somma e Luigi De Rosa) ma la squadra non riuscì a evitare i playout che perse contro il Viareggio, retrocedendo in Lega Pro Seconda Divisione.

Cosenza-Palermo, salgono le presenze rosanero nel settore ospite: le ultime

La società, a causa dei gravi problemi economici, non venne iscritta al campionato di Lega Pro Seconda Divisione e si avviò verso il fallimento dichiarato in data 11 settembre 2013 con la  radiazione dalla Figc. Nell’estate del 2011 fu costituita una nuova società: la Nuova Cosenza Calcio S.r.l., presieduta dall’attuale presidente Eugenio Guarascio. La società si presentò al pubblico con un nuovo logo, un autentico segno di rottura rispetto alla travagliata storia del Cosenza Calcio.

Dal 2013 prosegue la sua permanenza in lega Pro tra alti e bassi fino alla stagione 2017/18 in cui  conduce un campionato di vertice fino a raggiungere la tanto sospirata serie B  quando allo stadio ”Adriatico “ di Pescara batte in finale il Siena per 3-1 il 16 giugno del 2018.

Palermo come il Manchester…United: le similitudini tra i due club

Il nuovo decennio

Il nuovo decennio si apre nel peggiore dei modi per il Cosenza del presidente Eugenio Guarascio. Infatti nella stagione 2020-2021, ancora a porte chiuse per la pandemia di Covid-19, la squadra retrocede in Serie C, dopo tre anni di militanza consecutiva in Serie B.

Il Cosenza, affidato ancora una volta al tecnico Occhiuzzi, disputa un’annata fortemente negativa, collezionando appena 3 vittorie casalinghe allo stadio San Vito-Marulla e retrocedendo in terza serie all’ultima giornata, dopo la sconfitta di Pordenone per 2-0, ed una serie negativa di 6 sconfitte nelle ultime 7 partite.

Tuttavia il 3 agosto 2021 viene ufficialmente riammesso in Serie B dalla FIGC in seguito all’esclusione dalla serie cadetta del Chievo.

Cosenza, Rispoli: un ex dal cuore palermitano

La stagione 2021-2022, ancora in serie B, si rivela molto difficile. A seguito della riammissione tardiva in cadetteria, i Lupi allestiscono una squadra in netto ritardo rispetto alle avversarie. L’inizio, dopo due sconfitte consecutive, è però ottimo: il nuovo mister Zaffaroni ottiene diversi risultati utili consecutivi, battendo in casa il Crotone nel derby, il Como e la Ternana. Tuttavia a seguito di 5 sconfitte consecutive, Zaffaroni viene sollevato dall’incarico. Al suo posto viene richiamato Roberto Occhiuzzi, il quale non ottiene alcuna vittoria in 7 giornate (4 punti), venendo a sua volta esonerato. Viene chiamato Pierpaolo Bisoli, il quale promette ai tifosi di dare tutto per la salvezza del Cosenza, da conquistare anche all’ultimo minuto dello spareggio play-out.

Palermo, ecco il testo completo del nuovo coro della Curva Nord 12

Bisoli, la salvezza e poi …

L’avventura di Bisoli sulla panchina dei lupi parte male, con risultati altalenanti e alcune vittorie sfumate nei minuti di recupero. La vittoria contro il forte Benevento, allora lanciato verso la A, dà fiducia agli uomini di Bisoli che si ripetono battendo in casa Pordenone, strappando un pari prezioso a Pisa e battendo al Marulla il Cittadella davanti a circa 12.000 spettatori. Il Cosenza raggiunge così i play out contro il Vicenza Calcio, chiudendo il campionato in quintultima posizione. All’andata a Vicenza, seguito da 1300 tifosi, il Cosenza perde 1-0 al 90’, a seguito del goal di Maggio. Al ritorno a Cosenza, il 20 maggio 2022, i lupi sconfiggono il Vicenza per 2-0, ribaltando il risultato dell’andata e facendo esplodere i quasi 20.000 tifosi presenti allo Stadio San Vito-Gigi Marulla. Il Cosenza quindi si salva e resta in Serie B, condannando il Vicenza alla retrocessione in terza serie.

Next Gen Atp Finals 2022, dove vedere tutte le partite di tennis in diretta tv e streaming

Attualmente i calabresi occupano il terzultimo posto in classifica con 11 punti frutto di 3 vittorie, 2 pareggi e ben 7 sconfitte 5 delle quali nelle ultime 5 giornate e con 21 gol subiti;  sono la peggior difesa del campionato in coabitazione con il Como e adesso con Viali in panchina arrivato la scorsa settimana.

Quindi una squadra in piena crisi contestata a cominciare dal Presidente Guarascio inviso alla tifoseria per cui diventa un avversario pericolosissimo per i rosa se dovessero sottovalutarlo. Il Palermo visto nelle ultime due partite sembra un po’ rinato ma mister Corini catechizzerà i suoi a dovere , ne siamo certi… per cui buona partita a tutti e FORZA PALERMO SEMPRE

Pino Abbate

 

LEGGI ANCHE

Palermo, stop per Stulac: il comunicato del club

Spal, Lupo: “Serie B? Ha tante squadre blasonate, come Palermo o Genoa”

Cosenza, i tifosi pronti a disertare la sfida contro il Palermo

Calciomercato Palermo: le idee low cost per gennaio

Italia ripescata ai Mondiali? C’è già il girone

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui