Calciomercato Palermo

Calciomercato Palermo che evidenzia la possibilità, e la necessità, della squadra rosanero di far fronte alla problematica relativa alla zona gol. Il solo Matteo Brunori non basta ed Edoardo Soleri e Luca Vido non stanno dando le garanzie cercate dal tecnico. Nel mondo del calcio esiste la possibilità di acquistare giocatori e tesserarli in soltanto 24 ore anche prima della fatidica data di inizio del calciomercato. Stiamo parlando del calciomercato degli svincolati. Essere senza contratto non significa solamente che nessuna squadra abbia voluto puntare su quel determinato giocatore; spesso si possono compiere assoluti colpi di mercato.

Tra i giocatori in cerca di squadre e di nuove sfide si evidenziano giocatori come Simone Zaza, ex Valencia e Juventus; Marco Sau bandiera del Cagliari e Benevento ed infine Graziano Pellè, attaccante italiano giramondo.

Calciomercato Palermo

Simone Zaza

La carriera di Simone Zaza è stata decisamente al di sotto delle grandi aspettative. C’è chi lo definiva l’attaccante della Nazionale del futuro e chi no; ma chi ha visto le sue giocate all’Ascoli, non può che confermare la tesi che sia stato un grande spreco per il calcio italiano. 18 gol nell’unica vera stagione in Serie B (ad eccezione delle 4 partite senza gol con la casacca della Juve Stabia). Simone Zaza, dopo l’esperienza in bianconero con l’Ascoli, è rimasto con gli stessi colori, quelli della Juventus; passando per il Sassuolo e vagando tra West Ham e Valencia prima di tornare a Torino, sponda granata. Che la Serie B possa fare tornare il vero Simone Zaza? 

Marco Sau

Un’esperienza in Serie B che pochi possono vantare come il piccolo talento sardo. 169 centimetri di altezza che racchiudono 45 gol e 17 assist in cadetteria oltre che 39 reti in massima serie. Juve Stabia, Cagliari e Benevento le squadre più importanti della sua carriera. Rispetto a Zaza e Pellè, il trentacinquenne, è decisamente il profilo più adatto a coesistere con Matteo Brunori. I due non andrebbero ad essere uno l’antagonista dell’altro, ma agirebbe da fido aiutante abile a disimpegnarsi con entrambi i piedi ed attirare le attenzioni delle difese. Un ruolo, quello di Marco Sau, da co-protagonista, da non sottovalutare.

Graziano Pellè

Gol di testa, acrobazie e tacchi al volo: è questo il bagaglio tecnico del gigante di Lecce. Da piccolo praticava la danza, arte che gli permise di compiere prodezze che hanno ammaliato i tifosi di Southampton e Feyenoord. In Olanda ben 50 gol in 57 partite; in Inghilterra lo score è diminuito, ma sempre di tutto rispetto (23 centri in 68 gettoni). Finita l’esperienza inglese il trasferimento in Cina (51 gol in 101 presenze) ed il rientro a Parma. Fermo dal 2021, all’età di 37 anni, potrebbe decidere di gettarsi in una nuova esperienza. Categoria che conosce bene avendola calcata ben 82 volte con 19 gol all’attivo tra Catania, Crotone, Cesena e Sampdoria.

LEGGI ANCHE

Palermo che non ingrana a centrocampo. E se iniziasse la redenzione di Stulac?

Serie B – Serve cambiare allenatore? I numeri dicono che…

E meno male che ci sono gli errori del var che servono a  …

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

3 Commenti

  1. In pratica una squadra ridotta alla canna del gas, che sta andando dritta in serie C , dovrebbe rilanciarsi con ex calciatori, che una volta che li ingaggi dopo 3 partite si rompono, ottimi suggerimenti

  2. Inutile comprare anche ottimi attaccanti se vengono lasciati soli nel deserto, occorre dare un allenatore alla squadra, finché ci sarà Corini il Palermo non sarà una squadra

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui