Avellino Braglia

L’Avellino affronterà il Padova nelle semifinali dei play-off di Serie C. La gara di andata andrà in scena domani sera allo Stadio Euganeo, mentre quella di ritorno mercoledì pomeriggio al Partenio. Sulla carta i biancorossi, che hanno chiuso la stagione regolamentare al secondo posto del gruppo B, sono favoriti, ma tutto può accadere. I biancoverdi non intendono mollare proprio adesso. A ribadirlo è stato il tecnico Piero Braglia alla vigilia.

“Il Padova – ha detto l’allenatore dell’Avellino – è una squadra costruita per vincere, lo sappiamo. ma siamo ai playoff, in 180 minuti può accadere di tutto. Abbiamo visto che Chiricò sta bene, abbiamo visto le loro potenzialità. Noi andremo in campo con la nostra voglia, con la nostra energia, con il nostro modo di giocare. Vedremo cosa riusciremo a fare. Dovremo essere bravi a non subire troppo e ad essere un pò più aggressivi. Ai playoff basta poco per far girare una qualificazione. Non possiamo aspettarli, non possiamo farli giocare liberamente perchè tecnicamente e come individualità ci sono superiori. Noi per vincere dobbiamo correre più di loro e avere più fame”.

Piero Braglia, inoltre, si è espresso sulle assenze dettate dalle squalifiche per bestemmie: “Non esiste, perchè una volta la procura si limitava a vedere atteggiamenti scorretti, ma la squalifica per bestemmia mi sembra eccessiva, anche perchè si valuta in due differenti modi. Chi viene squalificato e chi viene solo multato. E’ brutto dirlo ma siamo su un campo di calcio, dispiace ma può scappare, siamo in un campo di calcio non in chiesa. Inoltre, i giudici, i commissari, la procura, quello che sono, sono spesso persone del luogo, che vengono a passare la domenica e non si mettono nei panni dei calciatori. Per me è sbagliato. Bisogna cambiare queste regole. Sono cose che accadono, poi magari si chiede perdono, si dicono 10 Ave Maria, ma la squalifica non è giusta. Anche a me capita di tirarne qualcuna, ma succede, non siamo in parrocchia“.

LEGGI ANCHE

Pelagotti: “Da Palermo ricevuto amore e odio, ma prendo tutto”

Palermo-Catanzaro, finisce 2 a 2 il big match di Primavera 3

Catania, Martinez: “La voglia di rivalsa è grande, daremo risposte sul campo”

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui