Max Allegri ha dato tanto alla Juventus e non dimentica i momenti vissuti sulla panchina bianconera. Uno tra questi, in particolare, riguarda i primi giorni di Paulo Dybala al club di Torino. Non fu facile fare adattare l’argentino, in arrivo dal Palermo, al gioco della sua squadra. Il suo apporto, con il passare del tempo, è però poi diventato indispensabile. Anche grazie ai consigli che proprio l’allenatore gli diede.

“Gli ho detto le stesse cose che dicevano a me ai tempi del Pescara: “vedi di arretrare che tu non puoi giocare così avanti”. Al Palermo, Paulo giocava centravanti ma con un Palermo che giocava a 50 metri dalla porta. Gli ho detto: “Se vieni alla Juventus, dato che giochiamo dentro l’area, tu farai fatica”. Dybala ti può fare tanti gol, e chi fa gol è un giocatore determinante, sempre. Alla Juventus è mancato tanto quest’anno”. A rivelare il retroscena è stato proprio Max Allegri nel corso della puntata di Sky Calcio Club di cui è stato protagonista ieri sera.

L’ex allenatore della Juventus ha poi raccontato gli errori dettati dall’inesperienza nelle prime gare in bianconero: “In quell’annata facemmo più danni del terremoto. Si giocava col Frosinone, al 93′ Dybala batte un angolo, dribbla e perde palla: angolo e gol. Lui era alla sua seconda partita alla Juventus: in bianconero quella palla sull’1-0 la tieni, non c’è bisogno di fare il 2 a 0”, ha detto. Le prestazioni della Joya gara per gara sono tuttavia migliorate e adesso l’attaccante ex Palermo è tra i protagonisti del palcoscenico del calcio internazionale.

LEGGI ANCHE

Delio Rossi e il suo derby del cuore: «I rosa ai play-off… col Foggia»

Palermo decimo ma il calendario è un alleato. Il finale fa sperare

Lo stop fa male: vincono Catania e Casertana. Il Palermo scivola al 10° posto

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui