Mentre a Roma si discute, a Trapani si muore“.- Una frase ad affetto e dirompente che arriva al cuore del problema, con cui Fabio Tartamella, su Repubblica, esplica quali sono i problemi che affliggono la società granata, che potrebbe forse scomparire a causa di questi continui ritardi.

Trapani, Gianluca Pellino interessato all’acquisto della società granata

Da qui il racconto di una giornata quasi surreale e la mortificazione grandissima vissuta da una città intera, costretta a rimandare indietro i propri giocatori, pronti ad allenarsi, conoscere il proprio tecnico e pensare al campo per una volta.

Mancavano tre figure fondamentali: il magazziniere, il custode, il puliziere. Persone che insieme a tanti altri non percepiscono da mesi lo stipendio. Il tecnico potrebbe anche stancarsi, vivere in questa situazione di limbo non è facile, così come è snervante stare con le mani in mano. Una situazione condivisa con il direttore sportivo Porchia.

Anche il medico sociale del Trapani, Giuseppe Mazzarella, si sente solo. La squadra ieri si è sottoposta al quarto tampone e potrebbe anche allenarsi. Porchia e Di Donato sembra che abbiano dato l’ultimatum definitivo: giovedì è l’ultimo giorno, poi basta aspettare ancora.

Palermo: un centrocampista del Trapani finisce nel mirino dei rosanero. Avellino in pressing

Petroni da Roma, sembra che stia decidendo a chi cedere la società prima che sia troppo tardi. Ad essere interessati sembrano attualmente l’imprenditore romano Gianluca Pellitto, residente ad Avezzano ed il Comitato “C’è chi il Trapani lo ama“, con dietro almeno dieci imprenditori locali che potrebbero sostenere lo sforzo economico.

Quest’ultimo sembrerebbe in vantaggio ma il vero nemico sembra essere il tempo. Se si dovesse appoggiare la scelta trapanese, si dovrebbe necessariamente passare dal sindaco; se l’affare non verrà concluso il danno esclusivo sarà per chi i colori granata li ama davvero: i tifosi.

LEGGI ANCHECaos scuola a Palermo: primo caso di contagio e scuola chiusa

Spunta il nome dello svincolato Gerardi, ma si tiene d’occhio anche Vano

Quattro nomi nuovi per l’organico rosanero

SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU INSTAGRAM
SEGUICI SU TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui