Palermo

Palermo, la coop del gol è in… sciopero

Cinque marcature dallo Spezia in poi, gli attaccanti non esultano dalla partita con il Lecco

Questo il titolo del Giornale di Sicilia, oggi in edicola

L’articolo di  Salvatore Orifici

Uno dei problemi di questo Palermo è sicuramente la crisi del gol degli attaccanti. L’ultimo gol di uno di loro è stata di Brunori, da rigore contro il Lecco a tempo scaduto, inutile nella sconfitta contro i lariani. Il trend negativo dei rosanero si sposa con la crisi realizzativa dei propri attaccanti: nelle ultime sei partite, togliendo il gol del capitano, ha segnato solamente Mancuso contro lo Spezia (questa è anche l’ultima realizzazione su azione da parte di un attaccante).

Elettrocardiogramma piatto

City Group, arriva un esonero: ecco di chi si tratta

VIDEO – Palermo, fischi dei tifosi dopo il pari contro la Ternana

La manovra del Palermo sembrerebbe essersi inceppata dopo le ultime uscite, come dimostrano i numeri in netto calo rispetto alle prime partite stagionali. I rosanero si erano dimostrati come una vera cooperativa del gol, che riusciva a pescare dai suoi elementi gol pesanti per il buon esito delle partite. La prima rete di un attaccante arriva contro la Reggiana, con il gol di Soleri. C’erano andati vicini sia Di Mariano che Brunori contro il Bari (il primo con il rigore sbagliato e il secondo con il gol annullato a tempo scaduto per fuorigioco).

Ternana-Palermo 1-1, le pagelle: non basta Lucioni, disattento Marconi

Corini: “Potevamo fare di più. La squadra ci ha provato”

Contro la Feralpisalò è arrivato un exploit di reti offensive, tra le quali le prime di InsigneDi Francesco. La sfida di Ascoli, invece, è stata decisa da Mancuso in extremis, che segnò sempre nei minuti di recupero contro il Modena. Questo meraviglioso ciclo realizzativo si interrompe con la tripletta di BrunoriVenezia.

Ternana-Palermo 1-1: gli highlights del match

Serie B, Ternana-Palermo 1-1: come cambia la classifica

Se si considerano le reti su azione, delle 5 reti nelle ultime 6 partite, più della metà sono arrivate su palla inattiva. Oltre alla rete di Mancuso contro lo Spezia e la testata di Coulibaly contro il Brescia, le altre realizzazioni sono arrivate da situazioni di palla inattiva (il rigore di Brunori contro il Lecco, la punizione di Stulac contro lo Spezia e il colpo di testa di Lucioni da calcio d’angolo). I numeri testimoniano un calo di pericolosità da parte del Palermo, privo di occasioni e lucidità, soprattutto nella fase di sviluppo della manovra.

LEGGI ANCHE

Ternana Palermo 1-1, Lucioni apre le danze: Pigliacelli salva i rosanero

Calciomercato Saric, tutti pazzi per l’ex rosa: i club interessati

Palermo: City Football Group al 94,94% cosa cambia rispetto a prima?

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui