Diaw

Modena, occhi puntati su Diaw: forza fisica e rapidità

Mancano sempre meno ore al match che vedrà contrapposti Modena e Palermo, alle ore 14 presso lo stadio Alberto Braglia. La sfida valida per l’11esimo turno di B farà da spartiacque per gli uomini di Corini, che hanno bisogno di rispondere presente all’appello per non rimanere sul treno di sola andata della zona retrocessione.

Diversi i possibili protagonisti in questa sfida sia da una parte che dall’altra, e prendendo in esame gli uomini di Tesser non può non spiccare un nome su tutti: Davide Diaw.

La carriera di Diaw ed il gol al Barbera

Diaw è nato nel 1992 a Cividale del Friuli; dopo diversi anni passati tra i dilettanti, per la precisione tra la Serie D e l’Eccellenza, con le maglie di Sanvitese, Tamai e Virtus Corno, arriva ad esordire tra i professionisti nel 2016 con la maglia della Virtus Entella (in Serie B). Rimarrà a Chiavari fino al 2019, per poi firmare con un’altra squadra cadetta, il Cittadella; con i granata farà la differenza diventando il vero protagonista: 56 partite giocate ben 22 gol messi a segno e 9 assist. Una di queste reti la segnerà proprio al Renzo Barbera, in occasione dell’ultimo match delle aquile prima del fallimento.

Dopo la parentesi veneta, indosserà la maglia del Pordenone per una sola stagione, quella 2020/21; sceso 18 volte sul terreno di gioco sarà in grado di segnare 10 gol e servire un assist. Successivamente passerà al Monza, che lo girerà in prestito prima al Lanerossi Vicenza e poi appunto al Modena quest’anno.

Le caratteristiche del calciatore

Occhi puntati su di lui nella sfida di oggi contro il Palermo; nonostante qualche piccolo acciacco negli ultimi giorni, sembra aver recuperato e nelle ultime partite ha dimostrato tutta la sua forza. Negli scorsi tre match di campionato (esclusa la partita contro il Pisa perché squalificato) Diaw ha segnato in tutte e tre le occasioni, compresa anche la doppietta siglata nella partita di Coppa Italia persa per 4-2 contro la Cremonese.

Alto 1,91, forte fisicamente e veloce (oltre ad essere molto tecnico), può fare male alla difesa del Palermo che quando incontra questa tipologia di giocatori, va ancora di più in affanno.

Benevento, Cannavaro: “Le mie dimissione per togliere imbarazzo ad un amico”

Lucca-Ajax: che fine ha fatto l’ex stella del Palermo?

LEGGI ANCHE

GdS – Palermo, in trasferta la difesa ha sempre preso gol 

GdS – Corini cambia ancora: torna Stulac 

Qualcosa deve succedere

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui