mattarella ucraina

Mattarella – Il rapporto del Capo dello Stato con la sua città

A Natale la visita ai giardini di Palazzo d’Orléans.
Gli interventi in ricordo dei giudici uccisi dalla mafia e quando al teatro Massimo fu accolto dal pubblico con 8 minuti di applausi.

Questo il titolo del Giornale di Sicilia, oggi in edicola.

L’articolo di Antonio Giordano, proprio alla vigilia dell’elezione del nuovo Presidente della Repubblica, ci racconta del forte legame di Mattarella con la sua città, dov’è spesso tornato senza troppo clamore e usufruendo di un aereo di linea come un normale cittadino. La sua casa di via Libertà dove è tornato sempre con discrezione e senza troppa scorta al seguito o sotto casa. Visite in città anche brevi e fuori protocollo come l’ultima durante le feste di Natale con una visita ai giardini restaurati di Palazzo d’Orleans.

Palermo, Damiani allo stadio per la firma: i dettagli

Gli otto minuti di applausi al Teatro Massimo in occasione della Boheme, l’anno in cui Palermo era capitale della cultura o le diverse occasioni in cui ricordava tutte le vittime di mafia. E durante la pandemia, in pieno lockdown, gli italiani ricorderanno quel messaggio alla nazione e quel fuori onda in cui Mattarella rispondeva al suo portavoce che gli chiedeva di sistemarsi il ciuffo ribelle “Non vado neppure io dal barbiere…”. Alludeva a Franco Alfonso, suo barbiere di fiducia in via Catania, a Palermo.

Palermo, Almici saluta (emozionato) i compagni al Barbera

 

LEGGI ANCHE

Palermo-Marineo 6-0, le idee di Baldini: 4-3-2-1 e Luperini rinasce

 Palermo, c’è Damiani: arrivo non dipende dall’addio di Almici

[VIDEO] Palermo-Marineo: le immagini dell’allenamento congiunto

Eleven Sports, cambia tutto: stop agli abbonamenti YouTube

Pisa, coppia rosanero in attacco? Dopo Lucca interesse per un altro ex Palermo

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui