Palermo

Amauri Carvalho de Oliveira, ex attaccante del Palermo, è tornato a parlare dei rosanero nel corso di un’intervista rilasciata ai microfoni de Lacasadic.com. La leggenda brasiliana è stata interrogata sull’inizio di campionato dei siciliani, che orbitano già nelle prime posizioni in classifica. La sua riposta: “Mi dispiace doverlo ammettere, ma credo la società debba cambiare al più presto mentalità. Questo se vuole vincere e tornare in Serie B. Ho ancora tanti amici a Palermo con cui mi confronto quotidianamente ed anche loro la pensano allo stesso modo. Il campionato che stanno disputando in questa stagione mi sembra in linea con quello dell’anno passato quando sono usciti ai playoff”. Il fatto che i rosanero abbiano raccolto già 5 punti in più rispetto all’anno scorso e che abbiano perso solo due partite, dunque, non fa cambiare idea ad Amauri.

AMAURI: “A PALERMO RICORDI INDIMENTICABILI”

Pensando al suo passato con la maglia delle aquile, Amauri ha tracciato il percorso dei ricordi più importanti che lo legano al Palermo. Palermo, insieme a Parma e Juve, è una dei club a cui sono rimasto più legato. Mi auguro che una piazza del genere possa tornare al più presto in Serie A. E poi giocare al Barbera è semplicemente magico. La doppietta alla Juve del 2008 è sicuramente tra i miei ricordi più belli. Anche nel momento dell’infortunio però ho ricevuto tanto supporto da tifosi e società. La vittoria dopo 40 anni a San Siro col Milan è stato un altro momento speciale, insieme al gol contro la Fiorentina del 2006. È comunque difficile individuare un momento preciso, sono stati due anni fantastici.” ha dichiarato l’italobrasiliano. Un’intervista all’insegna della nostalgia, dunque, quella di Amauri, che desidera con tutto il cuore che il Palermo torni ai livelli del suo passaggio in rosanero.

LEGGI ANCHE

Di Piazza, il quinto incomodo per la dannazione del Palermo

Catania nella tempesta, Baldini resta al timone

Palermo, si torna al passato. Valente sulla fascia e la difesa a tre

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui