Aziz Toure

Per diverse settimane il capitano della Primavera rosanero, Aziz Toure, doveva essere uno dei giovani aggregati per il ritiro di San Gregorio Magno.

Il forte centrocampista classe 2002 se lo era meritato dopo una stagione ad alti livelli con la squadra allenata da mister Capodicasa. Poi il destino ci ha messo lo zampino ed a causa di un infortunio al ginocchio, non ha potuto rispondere alla convocazione.

Più che un infortunio, un intervento di pulizia al ginocchio, sufficiente comunque per metterlo fuori gioco in questa fase della stagione. Ma Toure è una pedina importante ed uno dei profili più interessanti dei giovani rosanero e, vista la giovane età, il tempo non gli manca.

Il suo rammarico dev’esser stato enorme, se uno dei suoi più grandi sogni, di quelli che si tengono nel cassetto, come ha raccontato, è proprio quello di esordire in prima squadra. E’ qui del resto che ha trovato una piccola famiglia e sta riuscendo ad esprimere il suo potenziale.

Un ritiro infatti è un modo per crescere e apprendere dai grandi piccoli segreti del mestiere, ma anche per farsi notare.

E il talento ad Aziz non manca di certo come ha dimostrato in questa stagione, mettendo a segno tre reti e contribuendo in maniera determinante alla stagione dei rosanero Primavera. Una determinazione e un coraggio che non sono mai mancati nella vita del ragazzo, che ha dovuto lottare sin da quando ha mosso i primi passi in questo mondo.

Racconta Aziz sulla sua vita: “Ero nei centri di detenzione. A volte andavamo a lavorare per guadagnare qualcosa, il pane da mangiare. Ti dicevano di andare a lavorare per loro, e poi se ci mettevamo d’accordo per il costo, a volte c’erano alcuni che non rispettavano il patto e ci cacciavano con i fucili dicendo: “Vai via da qua altrimenti ti ammazzo”.

Ma Aziz Touré voleva realizzare il suo sogno, giocare a pallone e lo avrebbe fatto, a qualunque costo, anche se sembrava un qualcosa di impossibile e inimmaginabile. Ed adesso che è così tangibile, non sarà un infortunio, per quanto doloroso, a separarlo dal dimostrare, anche ai più grandi, il suo talento.

E i tifosi del Palermo sono solo avvisati… In attesa di Aziz Touré.

LEGGI ANCHE

[VIDEO\FOTO] Ritiro Palermo, terzo giorno: comincia la seduta mattutina

Palermo -Filippi avrà i rinforzi per puntare alla B

Caltabellotta, boom di contagi in un matrimonio: ora il sindaco chiede la zona rossa…

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui