Fabrizio Miccoli

Fabrizio Miccoli è stato calcisticamente uno dei giocatori migliori nella storia del Palermo. L’ex capitano rosanero ha chiuso la propria carriera da calciatore nella stagione 2015/16 col Birkirkara, dopo aver trascorso un paio di stagioni nel “suo” Lecce.

FABRIZIO MICCOLI AL PALERMO

Il Romario del Salento arriva in Sicilia nell’estate del 2007 dalla Juventus, per una cifra che si aggirava attorno ai 4 milioni di euro. Il primo gol ufficiale in maglia rosanero arriva il 2 settembre di quello stesso anno, giorno in cui siglò una doppietta e un assist contro il Livorno in trasferta. Indimenticabile, però, la prima rete casalinga che arrivò contro il Milan il 26 settembre, su punizione, praticamente a tempo scaduto e che consegnò ai siciliani la vittoria.

In maglia rosanero Fabrizio Miccoli conquisterà record su record. Con 81 reti segnate in tutte le competizioni l’ex giocatore del Benfica è il miglior marcatore della storia del Palermo, di queste 74 reti sono state segnate in Serie A, altro record appartenente al salentino. Ma non solo: Miccoli detiene il record per il maggior numero di presenze in Serie A (165), come miglior rigorista in assoluto (18) e in Serie A (14). Oltre ciò l’attaccante ha il record di triplette segnate in maglia rosanero (4) e doppiette (5).

DA CAPITANO A TECNICO UN RITORNO NON FACILE

Dei numeri incredibili che lo pongono nella storia del club siciliano, a prescindere da ogni valutazione extra-calcistica. Fabrizio Miccoli recentemente esprimeva il desiderio nemmeno troppo remoto di tornare a Palermo sotto una nuova veste, magari da allenatore. Dopo l’esperienza al seguito di Francesco Moriero sulla panchina della Dinamo Tirana nel ruolo di vice-allenatore, l’ex calciatore del Palermo è alla ricerca di una nuova esperienza.

In questo momento è difficile ipotizzare un ritorno nel capoluogo siciliano per Fabrizio Miccoli, per tutta una serie di ragioni. Tra queste probabilmente vi è la volontà della società rosanero che ha da poco riconfermato Giacomo Filippi e il suo intero staff, non lasciando spazio per il momento a clamorosi ribaltoni. Il futuro, però, nessuno può prevederlo. Chissà che un giorno Fabrizio Miccoli non possa ritornare al Palermo, non più da capitano sul campo, ma da leader in panchina di una squadra che ha già trascinato verso vette fino a quel momento mai raggiunte.

LEGGI ANCHE

L’Italia “Azzur-rosa”: le prestazioni dei 4 rosanero in campo oggi

Palermo, caccia al 2002: ecco chi potrebbe arrivare dalla Serie A

Difesa di precari: a fine stagione 4 titolari vanno in scadenza

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui