La morsa del Covid-19 sembra aver attanagliato Palermo e la Sicilia, mandando in tilt ospedali e reparti che non riescono a gestire il grande flusso di pazienti e ricoverati. E se la prudenza non è mai troppa, a volte capita di commettere errori madornali. 

Sono sei i nuovi ricoveri nella notte in Sicilia, come riporta Repubblica: cinque all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta e uno al Villa Sofia di Palermo dove una donna già ricoverata nell’unità operativa di cardiologia è stata trasferita nel reparto di malattie infettive.

Coronavirus, l’Oms dichiara: “No al saluto col gomito, meglio la mano sul cuore”

Un settimo caso riporta anche la positività di una donna che non ha avuto necessità di ricovero, è in quarantena, dipendente della Gh, e che gestisce gli scali all’aeroporto Falcone Borsellino di Palermo.

A Palermo suscita polemiche il caso della donna che entrata negativa in ospedale nel reparto di Cardiologia, risulta essere ora positiva al coronavirus. La direzione spiega così l’accaduto: “sono in corso le attività di trasferimento della paziente e di nuova sanificazione del reparto“.

Coronavirus, tre positivi al Villa Sofia di Palermo: disposto trasferimento al Cervello

Non è un fatto che risulta nuovo dopo quanto avvenuto già nel reparto di Neurochirurgia, dove una donna è risultata contagiata post-mortem ed altri pazienti hanno contratto il virus.

Ciò che sia avvenuto realmente andrà forse chiarito in maniera più approfondita, ma forse adesso anche gli ospedali hanno perso l’aurea di sicurezza che suscitavano un tempo.

LEGGI ANCHECaos scuola a Palermo: primo caso di contagio e scuola chiusa

Il Trapani è in pieno caos: stadio vietato alla squadra

Difesa, centrocampo, attacco Palermo: duelli dappertutto

SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU INSTAGRAM
SEGUICI SU TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui