Prendo spunto dalle parole di Sagramola: “La verità è che Palermo spaventa. Chi viene sa che se vincerà avrà ottenuto un risultato scontato, se perderà sarà considerato un somaro”. Concordo, effettivamente c’è tantissimo da perdere e molto poco da guadagnare. Basti pensare a Pergolizzi che nonostante la vittoria si ritrova a spasso ed è quanto mai impopolare tra i tifosi.

Ma la situazione è paradossale: Palermo, con Bari, è senza dubbio la piazza più ambita della terza serie o almeno così dovrebbe essere. Eppure, non pare affatto. Si legge di svariati rifiuti da Boscaglia (che da sempre è stata l’opzione favorita della società) passando addirittura per Fabio Grosso, che ha raccolto già diversi esoneri in carriera.

La verità è che c’è qualcosa che è andato storto, probabilmente con Caserta. Non dimentichiamo che Sagramola durante “Diretta Stadio” annunciò che l’allenatore era già stato scelto e proprio in quel periodo lo stesso allenatore della Juve Stabia accettò di rilasciare intervista nella medesima trasmissione. Quasi un autoannuncio. Insomma, tutti gli indizi portavano all’ex centrocampista di Catania e Palermo. Poi, successivamente, qualcosa è radicalmente mutato.

Probabilmente i risultati negativi dei campani hanno infastidito la proprietà, che in qualche modo avrebbe bloccato Caserta. O magari qualche tentennamento dei rosanero non è piaciuto allo stesso tecnico. La verità assoluta la sanno solo Sagramola e compagnia e nessuno pare abbia voglia di divulgarla.

Intanto i tifosi insorgono sui social. La pazienza è scaduta. Tutti vogliono sapere cosa sta accadendo. Perchè tutti questi rifiuti? Una questione di soldi? Un progetto che non convince? Adesso i tifosi pretendono la stessa chiarezza avuta da un anno a questa parte. Una delle principali differenze col passato sta nella trasparenza dell’operato societario, che non può essere immerso in dichiarazioni dubbie e a volte contrastanti. Adesso serve dire le cose come stanno.

2 Commenti

  1. Non c’è bisogno di nessuna spiegazione perchè è palese la mancanza di liquidità finanziaria, confusione ed incompetenza che alleggia in questa società.
    GRAZIE SINDACO ORLANDO PER L’ENNESSIMO SCHIAFFO ALLA CITTA’

  2. Nessun progetto si gioca a guadagnare tempo siamo caduti dalla padella alla brace non penso di rinnovare il mio abbonamento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui