Palermo-Cittadella è una delle partite più attese della storia recente rosanero: un match che potrebbe significare promozione diretta così come playoff e in quest’ultimo caso anche qualcosa di ben più grave e mortificante per tutta la città. Proprio per questo sono stati tantissimi i tifosi ad acquistare già da oggi i biglietti validi per la gara di sabato alle 15:00 al Renzo Barbera.

Eppure nonostante il clima di attesa ed entusiasmo per la sperenza della A, specialmente sui social, diversi sostenitori rosanero sono insorti contro i concittadini. Rei (soprattutto dai frequentatori assidui delle curve) di quella che a Palermo chiameremmo “A cunvinienza” – ovvero l’essere tifoso occasionale, quindi solo quando la squadra vince o comunque si gioca qualcosa di importante -.

In diversi (tifosi sfegatati) avevano addirittura proposto l’aumento esponenziale dei prezzi per vedere chi realmente fosse appassionato, innamorato e dunque disponibile a versare una cifra cospicua pur di stare vicini al Palermo. Conseguentemente non è affatto stata ben accetta la scelta di abbassare i cost dei ticket specialmente in curva. Come se ad oggi, in tutto questo trambusto l’importante fosse smascherare i “Faccioli” ammesso che lo siano e non sostenere il Palermo. “Ma mi faccia il piacere….” direbbe il buon Totò.

Sabato non esisterà il tifoso occasionale o quello vero, puro, reale. Ci saranno solamente due squadre che si daranno battaglia per obiettivi diversi. Solo che una di queste dovrà avere al suo fianco 30/40 mila spettatori, in grado di fare tutta la differenza del mondo. Inutile una lite interna, a fine anno tireremo le somme e del resto la società – ammesso e non concesso che esisterà ancora -, ha già messo in preventivo un premio per coloro che hanno acquistato continuamente i biglietti nelle ultime partite casalinghe.

LEGGI ANCHE:

PALERMO – CITTADELLA: RECORD DI BIGLIETTI VENDUTI?

9 Commenti

    • C’e’, comunque, anche chi ha pagato per vedere la propria squadra in TV, possono esserci ragioni che impediscono una assidua frequenza dello stadio, senza contare la posizione anti Zamparini, bisogna avere rispetto.

    • Io da tifoso Palermitano allo stadio(diverso dal tifoso in poltrona) mi sento di lanciare un segnale distensivo per il bene della squadra e della società “nuova” , ragazzi ci aspettano giorni difficili, possiamo andare in A direttamente, come possiamo fare i playoff come 3^ classificata , non è la stessa cosa dello scorso anno(4^class), ma potremmo essere penalizzati di 15 punti e fare lo stesso i playoff come 8^ , oppure ci mandano direttamente in C. Allora dico pensiamo a dire solo per sabato FORZA PALERMO.

    • Siete assurdi, dite solamente cavolate, ma pensa a tifare e non romperle le scatole, ma realmente nel 2000 esistono ancora elementi del genere

  1. Ora si parla pure di dare un premio per coloro che hanno acquistato continuamente i biglietti nelle ultime partite casalinghe. E noi abbonati che non hanno mai lasciato solo il Palermo nel bene e nel male , non viene neanche riconosciuto il diritto di avere un ingrasso allo stadio solamente per noi. MA BELLA A VIRITA’

    • L’allontanamento dei tifosi rosanero dal Barbera degli ultimi anni é dovuto essenzialmente dalla dissennata politica societaria e dai continui cambi di scena messi in atto dal suo ex presidente Zamparini. Credo che nessuno abbia voluto contestare la squadra ed oggi che le circostanze lo necessitano la gente sarà allo stadio a sostenere il Palermo.

  2. Da tifoso sfegatato, mi dispiace vedere i tifosi litigare per le cazzate, siate un tutt’uno….. se ci riuscite, altrimenti…..

  3. Nn ci credo alla serie A
    Se voleva andare in A avrebbe vinto facile contro un Padova già retrocesso in C..
    La presa x il culo continua sempre

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui