In soli 5 mesi Silvio Baldini è passato dal trionfare con il Palermo in Serie C, riconquistando una Serie B da assoluto protagonista durante i Play-off, a sprofondare con il Perugia rassegnando le dimissioni. Questa scena la si era già vista nel mese di luglio, questa volta nel capoluogo siciliano, con l’allenatore nativo di Massa seduto accanto all’allora ds dei rosanero Renzo Castagnini.

Anche in quel caso, come successo qualche giorno fa in Umbria, Baldini si apprestava davanti alla stampa, a posare lo scettro di tecnico del Palermo, perché secondo il proprio parere, non al centro del progetto. Il contesto era ben diverso, visto la fondamentale doppia vittoria contro il Padova.

Le parole di Baldini

La cura Baldini a Perugia è durata veramente poco, addirittura poco meno di un mese. A nulla è bastata la carica che da sempre il tecnico riesce a trasmettere alle proprie squadre; identità quasi del tutto inesistente, e gioco espresso non all’altezza dei piani alti del campionato cadetto. Questo mix d’ingredienti, aggiunti anche alla mancanza di un vero e proprio gruppo squadra, hanno portato Baldini ad abbandonare il progetto tecnico perugino.

Il mister classe ’58 è tornato a parlare ai microfoni dei colleghi della Gazzetta dello Sport. “Per me la cosa fondamentale è di certo la famiglia, e se non riesco ad essere contento con me stesso, come posso esserlo con loro?”. Il tecnico ha poi continuato: “Purtroppo a Palermo, il City Group non credeva in me: perché dico questo? A me avevano proposto un anno di contratto, a Corini un biennale”.

Ternana, Leone: “La B è il torneo più bello d’Europa. La favorita…”

De Rossi: “È un delitto che la Spal sia in Serie B. Ecco cosa serve”

Cittadella la carica di Gorini: “A Palermo per vincere”

CorSport – Elia, a Palermo sotto  il segno di papà Firmino  

LEGGI ANCHE

GdS – Il tridente fattura, sugli otto punti ce la firma di Brunori&C.

GdS – Palermo, tanti tiri, pochi gol e ultimi 15′ in bianco 

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui