Palermo abbonamenti

Palermo già sogna. In 35mila per la B

Dopo il blitz dell’andata all’Euganeo, domenica il ritorno.

Barbera stracolmo per spingere i rosanero. In città sale la febbre: corsa ai biglietti, sarà sold-out

 

Questo il titolo del Corriere dello Sport, oggi in edicola.

L’articolo di Antonio La Rosa si sofferma lo scontato pienone che si verificherà al ‘Barbera’, con l’antipasto dei 4.100 biglietti già emessi per gli abbonati che hanno goduto della fase di prelazione. Questo vantaggio durerà fino alle 13 di oggi, ma da quell’ora comincerà la “calca” virtuale (e non solo) per accaparrarsi i restanti 30mila tagliandi. Tutta la città è in spasmodica attesa: non c’è tempo per pensare ad altro, perché l’unico giorno importante sarà domenica.

E non sono solo le persone a darne dimostrazione: le strade, i balconi e persino i marciapiedi trasudano di rosanero. Il clima è molto simile a quello a cui si poteva assistere nel 2004 per un’altra corsa promozione, ossia quella verso la Serie A. Nonostante la categoria inferiore l’amore verso quei colori accomuna un’intera provincia e non solo. Non ci sono manifestazioni ufficiali per l’eventuale promozione, anche per ragioni di scaramanzia, ma i maxischermi e le riunioni familiari non mancheranno di certo. Poi, al triplice fischio, chissà se tutti questi cuori palermitani sparsi per il capoluogo potranno riunirsi in festa…

 

Verso Palermo-Padova, ci sarà la gol line technology?

Palermo o Padova. Ecco l’elenco del prossimo campionato di  B

Incredibile, la promozione interessa più della cessione

 

LEGGI  ANCHE

Ghirelli annuncia: “Posticipata alle 21:15, sarà in chiaro”

Palermo, domenica la partita più difficile degli ultimi 3 anni

Scommesse, spunta la quota per il ritorno di Dybala al Palermo: i dettagli

Gli ultras accolgono gli ultras. E una sorpresa

Oddo: “Servirà impresa al ‘Barbera’? Il pubblico non vince le partite”

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui