D’Antoni, tecnico del Monterosi: “Peccato si poteva vincere“. La squadra in cerca di conferme dopo la gara con il Potenza.

Secondo punto stagionale per la matricola Monterosi, che ha sognato di ottenere bottino pieno contro il Potenza, dopo averla sbloccata con Mbende a tre minuti dalla fine, riacciuffati però al 90′ dai lucani. Una vittoria che avrebbe dato vitalità ad un gruppo che sta crescendo e vuole rialzarsi come riporta il “Messaggero” di Viterbo.

Tanta la delusione carpita dal tecnico D’Antoni: “Il rammarico c’è ed è inutile nasconderlo visto che siamo venuti a Potenza a giocare contro un avversario che fa questa categoria da anni ma la differenza non si è vista. Negli ultimi minuti ho pensato di vincerla, peccato per la situazione che ha portato al pari”.

Un bicchiere che può rimanere nonostante tutto mezzo pieno, perché il Monterosi si rialza dopo la brutta sconfitta con il Campobasso e acquisisce elementi di crescita importanti.

Importante è stato il rientro di Alessandro Polidori, che ha permesso anche un cambio di modulo, e di giocare con due punte vere:

So che nel calcio la concezione del tempo è relativa, ma noi abbiamo cambiato tanti giocatori poco prima che iniziasse il campionato– ribadisce il tecnico. A Potenza ho deciso di schierare una formazione diversa dato che la rosa a disposizione mi consente di variare con i moduli ma quello che mi è piaciuto è stato l’atteggiamento, che va al di là degli interpreti”.

Su Polidori chiosa: “E’ un calciatore importante che abbiamo preso proprio perché ci permette di giocare in diversi modi. Non è al massimo ma siamo contenti di averlo recuperato“.

L’obiettivo del tecnico in vista del difficile trittico che proporrà di seguito Palermo-Taranto e Avellino è quello di maturare come squadra.

Con la consapevolezza, importante, di poter stare in questa categoria.

LEGGI ANCHE

Rosa col mal di gol. Campilongo: “Manca il bomber”

Il Palermo insegue il salto di qualità

Serie C, l’elenco delle gare su Sky della quinta giornata: il Palermo…

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui