palermo calcio popolare

Il campionato di Prima Categoria sta per prendere il “via”. I gironi sono stati già ufficializzati. Dal Girone A, a firma del Palermo Calcio Popolare, arriva una denuncia per il numero ridotto di squadre del capoluogo siciliano iscritte. Di seguito il post pubblicato sulla pagina ufficiale.

“Ma davvero la passione dilettantistica nella nostra città ha toccato il punto più basso?
Una domanda, la nostra, frutto di un’evidente attualità.

La settimana scorsa sono stati ufficializzati i gironi di Prima Categoria, compreso quello di nostra competenza. Nella stessa occasione sono stati pubblicati anche quelli di Seconda Categoria, tirando cosi definitivamente le somme sugli schieramenti di tutte le competizioni regionali. Una città di quasi 700.000 abitanti può contare solo 6 squadre nei campionati regionali dilettantistici: Parmonval e Cus Palermo in eccellenza, Resuttana San Lorenzo in promozione, Regina Munda e Colomba Bianca in seconda categoria ed infine la squadra del Genio unica compagine “Panormita” ai nastri di partenza della Prima Categoria.

Influisce sicuramente la mancanza di impianti sportivi, oltre al Renzo Barbera non ne esiste uno comunale in città adibito al calcio. (Ribadiamo ancora una volta se non fosse chiaro che per noi il Renzo Barbera è e deve essere di esclusiva competenza del nostro amato e sacro Palermo!). Poi ci sarebbe il Velodromo, fermo ormai da troppo tempo, nonostante proclami, bandi e passerelle di circostanza. Siamo certi che a stretto giro se ne riparlerà con la solita ed inconcludente sostanza. Ma non può essere solo un problema di impianti sportivi.

Un calcio dilettantistico sottoposto anch’esso alle dinamiche del calcio moderno potrebbe essere una delle concause, ne siamo certi. Potremmo elencare centinaia di circostanze che stanno facendo disinnamorare tanti ragazzi dal gioco più bello del mondo! Ma ci limitiamo semplicemente alla riflessione iniziale sperando che in futuro la nostra splendida città, nel calcio dilettantistico, possa tornare a splendere così come accadeva qualche decennio fa! Ci auguriamo che in un prossimo futuro con un pò di coraggio, tanta passione e voglia di mettersi in gioco possano nascere altre realtà, magari anche partendo proprio dall’azionariato popolare.

Infine, in merito al nostro girone, poche novità rispetto a quello dello scorso anno interrotto dopo appena un mese. Accademia Trapani, Altofonte, Balestrate, Città di Casteldaccia, Città di Cinisi, Custonaci, Giardinellese, Iccarense, Petrosino, Salemi, San Giorgio Piana e Valderice Calcio: ecco le compagini con le quali ci confronteremo nella stagione che prenderà il via nel weekend del 26 settembre.

Per noi l’obiettivo è sempre lo stesso: la maglia sudata al fischio finale. Questa l’unica pretesa della gente del Genio! Grazie sempre ai nostri guerrieri in verderosanero che anche quest’anno dimostreranno che un altro è davvero possibile, indipendentemente dai risultati.
Against Modern Football
il calcio è della gente”, si legge sulla pagina del Palermo Calcio Popolare.

LEGGI ANCHE 

Coppa Italia di Serie C, pass per i play-off: perché il Palermo deve vincerla

Taranto-Palermo, accoltellamento sugli spalti: un arresto e una denuncia

Coppa Italia: Collu arbitra Palermo-Monopoli. Mai un rosso in carriera!

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui