Palermo

La Coppa Italia di Serie C entrerà nel vivo domani con il secondo turno eliminatorio. Il Palermo, dopo avere eliminato senza grandi difficoltà il Picerno al primo turno, si troverà ad affrontare un avversario certamente più ostico. Al “Renzo Barbera”, infatti, arriverà il Monopoli, che attualmente occupa in solitaria la vetta del Girone C del campionato. Per i rosanero si tratta dunque di un importante test.

In molti, tuttavia, in queste ore si stanno chiedendo se valga la pena davvero di dare il tutto per tutto nel corso delle gare di Coppa Italia di Serie C. Cosa c’è, infatti, in palio? Vediamolo attraverso il regolamento.

Coppa Italia di Serie C: i dettagli sul regolamento

Alla Coppa Italia di Serie C partecipano in totale 60 squadre, di cui 56 a partire dal primo turno e 4 (quelle selezionate per partecipare anche alla Coppa Italia maggiore) a partire dal secondo turno. Un sorteggio stabilisce gli accoppiamenti del primo turno. Le 32 società che riescono ad arrivare al secondo turno vengono suddivise in 4 gruppi (gruppo A, B, C e D) e gli accoppiamenti tra le 8 società di ciascun gruppo sono stabiliti tramite sorteggio. Le 4 società vincitrici in ciascuno gruppo sono ammesse al turno successivo, per un totale di 16 società. Agli ottavi di finale in ogni gruppo si disputano due gare tra le 4 società vincitrici del turno precedente: gli accoppiamenti sono stabiliti tramite sorteggio. Le società che passano al turno successivo sono inserite in un tabellone mediante sorteggio integrale che determina gli incontri dei Quarti di Finale, delle Semifinali e della Finale.

Fino ai quarti di finale inclusi la competizione si volge a gara unica ad eliminazione diretta, con la sede che viene decisa in base al sorteggio e al tabellone. Semifinali e finale, invece, sono andata e ritorno. In caso di parità al termine dei 90′ (o 180′ in caso di semifinali e finale) si va avanti con i tempi supplementari – due tempi da 15′ – e successivamente all’occorrenza con i calci di rigore.

Cosa si vince?

La squadra vincitrice della Coppa Italia Serie C 2021-2022 acquisisce il titolo ad accedere al Primo Turno della Fase Play Off Nazionale del Campionato Serie C 2021-2022. Inoltre, avrà accesso al sorteggio come “testa di serie”. Ciò significa che, anche nel caso in cui si sia posizionata al termine della stagione in un posto in classifica più basso del terzo (o sia una delle due peggiori quarte dei gironi), salterà la Fase Pay Off del girone, che si compone di primo e secondo turno a gara unica con eliminazione diretta, e potrà essere accoppiata soltanto ad una delle squadre che ha già svolto la precedente fase.

Un vantaggio da non sottovalutare per tutte le squadre che ambiscono alla promozione in Serie B. Il Palermo, dunque, ha quantomeno l’obbligo morale di provare a vincerla, seppure l’ambizione sia quella di raggiungere il traguardo senza passare dalla lotteria dei play-off.

LEGGI ANCHE

Coppa Italia: Collu arbitra Palermo-Monopoli. Mai un rosso in carriera!

Palermo-Monopoli: dove vedere la gara di Coppa Italia

Palermo-Monopoli, parla il biancoverde Guiebre: “Non sarà una gita”

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui