mignani

Non poteva cominciare peggio la stagione del Bari, che nel primo turno di Coppa Italia si è dovuto arrendere alla Fidelis Andria, uscendo così anzitempo dalla competizione. A decidere è stato un gol di Bubas su calcio di rigore, al 38′ del primo tempo. Tanta sfortuna per gli uomini di Mignani che colpiscono due legni, ma anche tanti errori, pagati a caro prezzo.

Amaro, dunque, il ritorno al San Nicola dei 2.407 presenti (di cui 160 tifosi ospiti), che hanno assistito alla prima disfatta della stagione. Il tecnico del Bari, Michele Mignani, ha spiegato poi in conferenza stampa il passaggio a vuoto della sua squadra, cercando di vedere il bicchiere mezzo pieno.

“Dobbiamo essere più bravi e precisi – ha esordito il tecnico -. Cerchiamo di analizzare con razionalità quanto fatto di buono e fare meglio. Possiamo crescere dal punto di vista del gioco e ne sono straconvinto. Mi aspettavo un risultato diverso, sono molto dispiaciuto ma non meritavamo di perdere. Includo anche l’atteggiamento tra i lati positivi. Non è un problema di difesa, possiamo sicuramente migliorare in fase di posizione su palla inattiva. Mi sarei più preoccupato nel subire occasioni di difesa schierata. Rigore? Un’ingenuità, mi dispiace non essere riusciti a recuperarla”.

“C’è mancata la lucidità – ha continuato poi Mignani -. Abbiamo subito solo un paio di ripartenze, i terzini hanno partecipato molto alla fase avanzata. Alleno i giocatori che ho a disposizione e sono stracontento. Dal mercato non mi aspetto nulla. Allenerò tutti con entusiasmo per farli esprimere al meglio. Per il lavoro fatto e il tempo svolto, mi aspettavo meno di quello che ho visto. Avrei avuto più pensieri in casa di vittoria e prestazione pessima. Siamo partiti benissimo anche dal punto di vista fisico. Abbiamo attenuanti, non abbiamo potuto fare amichevoli in ritiro“.

LEGGI ANCHE

Coppa Italia: sarà Palermo-Monopoli. Ecco quando e il tabellone del torneo

Messina, avanti tutta per Eusepi: proposto un biennale

Tecnico sprovvisto di green pass: Entella-Fiorenzuola non trasmessa

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui