Palermo Catania

Che vi avevamo detto? Il Palermo deve tifare Catania. Ecco perché…

Eravamo stati buoni profeti e qualche giorno fa in un nostro articolo, avevamo scritto “Sembra un paradosso  ma il Palermo deve tifare Catania”. Ed oggi lo ribadiamo ancora con più forza confortati dai numeri e dalla classifica. Il Palermo deve contare sul Catania; ovviamente prima di tutto su se stesso ma in ultima analisi  anche e soprattutto sul Catania. Stiamo parlando di settimo posto che dopo un campionato così altalenante sarebbe il miglior traguardo raggiungibile in questo finale di stagione. Settimo posto. Guardando la classifica, spieghiamo perché, paradossalmente, bisogna tifare per i cugini etnei.

Foggia punti 50, Palermo punti 50, Teramo punti 49. Ma in virtù di scontri diretti e gol fatti il Palermo sta messo peggio di Foggia e Teramo dunque per guadagnarsi il settimo posto deve arrivare un punto sopra le dirette avversarie. Il Palermo domenica va a Francavilla contro una squadra matematicamente salva e che non ha più nulla da chiedere al campionato. Oltre a provare a vincere per non avere attenuanti o rimpianti, la squadra di Filippi deve guardare a quello che succede a Foggia ed a Teramo. Perché anche in caso di successo dei rosanero, se il Foggia dovesse vincere sarebbe inutile.

Palermo tifa Catania – E con chi gioca domenica il Foggia? Ebbene si, con i rossoblu catanesi. Foggia-Catania e Teramo-Viterbese i due incontri che si giocheranno in contemporanea con Francavilla-Palermo. Il Catania non può andare a Foggia in vacanza. E’ 5° a parità con la Juve Stabia (che gioca a Terni) e vuole fortissimamente mantenere la posizione che gli consente di affrontare la decima classificata, una Casertana che nelle ultime settimane di certo non brilla. Catania e Juve Stabia hanno solo due punti di svantaggio dal Bari, che occupa la quarta posizione. Magari un pensierino ce lo fanno sebbene domenica i galletti ricevono in casa un Bisceglie condannato allo scontro play out con la Paganese.

Palermo-Cavese 3-2: uno spot al calcio, Russo “patrono” della città

Il Bisceglie avrà motivazioni importanti perché l’unico obiettivo potrebbe essere cercare di scavalcare la Paganese (si levano un punto) e giocare la partita di ritorno dello spareggio in casa. Insomma situazione complessa a soli 90 minuti dalla fine della regolar season dove ci sono poche certezze: la Casertana è sicuramente decima, la Cavese è già retrocessa. Tranne Bisceglie, Paganese e le squadre invischiate nella lotta play off(solo per le posizioni) , tutte le altre non hanno più niente da chiedere alla stagione (cioè Viterbese, Monopoli, Potenza, Francavilla, Turris e Vibonese).

Il Palermo però una cosa da chiedere ce l’ha: la cortesia al Catania di andare a vincere a Foggia. Poi se i rosanero non riusciranno a battere un Francavilla già in vacanza, allora non avranno meritato posizioni migliori dell’ottava o nona (in caso di vittoria del Teramo).  Ma anche in caso di insuccesso degli etnei sarà importante per i rosanero vincere in Abruzzo: significherà mantenere comunque l’ottavo posto e non rischiare il nono che in termini di play off significherebbe scontro con Catania o Juve Stabia, cioè due delle squadre più in forma del torneo. Un rischio da evitare. Come? Semplice, battendo il Francavilla.

 

Addio ai SuperSantos… e un’intera generazione si mette a piangere

LEGGI ANCHE

Palermo-Cavese, le pagelle: De Rose direttore d’orchestra, Luperini nota storta

Quante partite servono per arrivare alla finalissima di Serie C?

Vanno all’asta i beni del vecchio Palermo, si potranno acquistare fino al 4 maggio

L’associazione Cuori Rosanero nel Mondo risponde ai tifosi dell’Atalanta. Vediamo…

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui