delio rossi gattuso

Delio Rossi Rino Gattuso sono accomunati dal medesimo passato al Palermo. Mentre il primo adesso è tuttavia senza panchina, il secondo si trova alla guida del prestigioso Napoli. In questi giorni, a causa delle difficoltà degli azzurri, è stato più volte messo in dubbio, tanto che nell’aria aleggia l’ipotesi di un esonero. Ringhio, che è alla sua seconda esperienza in massima serie, vuole continuare a dare mostra delle sue qualità.

A non avere dubbi in merito al fatto che Rino Gattuso merita ampiamente le panchina del Napoli è proprio Delio Rossi. Il tecnico, in un’intervista rilasciata a “Il Sogno Nel Cuore”, in onda su Radio 1 Station, ha lanciato un messaggio al patron azzurro Aurelio De Laurentiis, che pare abbia già contattato dei potenziali sostituti: “Il presidente deve intervenire dando fiducia a Gattuso, oppure esonerandolo. Il suo silenzio non va bene. Rino è un combattente e io credo che quando le cose non vanno per il verso giusto, la forza all’allenatore debba essere data dalla società. Se i calciatori capiscono che l’allenatore è in bilico, possono anche mollare e non seguirlo più, scaricando su di lui anche le loro responsabilità. Gattuso è lo stesso allenatore di 3-4 partite fa quando vinceva. Si rischia che l’allenatore possa perdere un po’ di autorevolezza nei confronti della squadra“.

E aggiunge: “Il Presidente dovrebbe o dargli fiducia massima oppure mandarlo via. Deve capire se per il suo progetto Gattuso sia la persona giusta. L’errore più grave è il silenzio e far passare il tempo senza affrontare il problema subito. Al Napoli manca gioco? Bisogna fare una premessa: stiamo affrontando un campionato con una situazione assurda, dove ci sono tante partite in pochi giorni. Lo stesso discorso va fatto per tutte. Esempio lampante è l’Atalanta che pareggia con il Genoa in casa e poi strapazza il Milan, primo in classifica, a San Siro. Bisogna analizzare il momento nell’ottica di questa annata particolare. Rino si è inventato il 4-2-3-1 ma il problema – conclude Delio Rossi  non è il sistema di gioco, bensì gli interpreti che devono essere funzionali al modulo di gioco“.

LEGGI ANCHE

Dawidowicz incanta con l’Hellas Verona. Un conto in sospeso col Palermo

Franco Vazquez, futuro sempre più incerto: si allontana il Parma

Serie A, mercato: il Milan in pole per un ex rosanero

SEGUICI SU: FACEBOOK |  INSTAGRAM TWITTER

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui