Parla in conferenza stampa, il direttore sportivo del Bari,Giancarlo Romairone. Dopo le prime giornate che vedono la squadra biancorossa in testa alla classifica del Girone C di serie C, è tempo di far bilanci in merito alla squadra costruita dal mercato, quali saranno le avversarie che daranno filo da torcere al Bari e come è stata allestita questa rosa così competitiva.

Bari, Romairone: “Rose a 22 una difficoltà in più. Bisognerà…”

Ecco le dichiarazioni del ds Romairone in merito alla mini-rivoluzione avviata in sinergia con il nuovo allenatore Auteri:

Inizialmente si pensava di fare qualche correzione mirata sia per le caratteristiche del gioco del mister che per portare nuovi volti – la spiegazione del ds – Il ritiro ci ha invece dato conferme su calciatori sulla carta in partenza, mentre alti profili hanno palesato difficoltà nell’adeguarsi all’idea di calcio del mister. Siamo riusciti a concretizzare alcune cessioni sulla carta difficili e a operare innesti complicati. Ora inizia una fase dura e stimolante. Abbiamo lavorato per una rosa senza grandi picchi e con tanti giocatori di valore. Questo può fare la differenza. La priorità è diventare squadra il prima possibile, è un campionato difficile ma abbiamo la spinta di una città che ci sprona a fare il meglio. Aspettiamo ora di ritrovare i nostri tifosi sugli spalti”.

Boscaglia:”Bari e Ternana superiori a noi”

Dopo l’opinione sui nuovi arrivi e le conferme, tra tutti la firma del terzo portiere Gianmarco Fiory, l’attaccante Daniele Cilento e il reintegro di Zaccaria Hamlili, così come il nuovo lavoro per il rinnovo di Simeri, il ds ha parlato anche delle avversarie del Bari e del campionato difficile che attende i biancorossi:

Ci sono almeno 3-4 avversarie forti, un paio – Avellino e Ternana – già pronte. Ci sono anche possibili sorprese, come Teramo e Turris, poi realtà come Catania, Juve Stabia e Palermo. Siamo in costruzione, abbiamo fatto i punti che ci soddisfano in questa prima fase.Lavoriamo da un mese e mezzo su questa traccia. Dobbiamo accorciare il prima possibile i tempi di questa costruzione. E’ vero che il cammino è lungo, ma ogni giorno è buono per acquisire certezze”.

LEGGI ANCHECoronavirus, i bollettini del 15 ottobre: nuovo record di contagi in Italia, 8804 i positivi

Navarra scrive al sindaco: “Non resta che arrendermi, facendo un ultimo dono alla città”

Addio Capodanno e ad eventi natalizi: a Palermo stop fiere e mercatini

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui