In aumento sono i positivi in Sicilia, regione che durante il lockdown è riuscita a contenere in maniera piuttosto stabile l’ondata di contagi. +19 sono infatti i positivi nelle ultime 24h, di cui: 5 a Catania, uno a Palermo, 4 a Messina, uno ad Agrigento e 8 a Ragusa. Ma c’è anche una nota positiva: 7 sono le persone in guarigione.

Coronavirus, i bollettini del 28 luglio: boom di nuovi casi in Sicilia

Era da mesi che non si registravano numeri del genere in Regione. 24 sono i contagiati rispetto a 3mila tamponi eseguiti.

Le ultime notizie riguardanti gli sbarchi nel ragusano, hanno allertato fortemente la popolazione per cui, il direttore dell’Asp, Angelo Aliquò dichiara: “I nuovi casi portano a 15 i positivi fra i 105 migranti provenienti dall’Africa subsahariana approdati lo scorso 25 luglio a Pozzallo, tutti sottoposti a tampone”.

Un aggiornamento importante, arriva dalle stazioni portuali in cui è stato attuato un servizio in collaborazione con Croce Rossa Italiana, che prevede il posizionamento, nei porti di Palermo, Termini Imerese, Trapani e Porto Empedocle, di un’autoambulanza della CRI che durante determinate fasce orarie presta il proprio soccorso a pazienti con temperatura più elevata di 37,5° o che mostri varie sintomatologie. Questa convenzione infatti, garantisce un intervento immediato per mettere in sicurezza i passeggeri presenti a bordo.

Coronavirus, movida sotto accusa. L’infettivologo: “Giovani irresponsabili, in autunno…”

Differentemente, in Italia i casi procedono lentamente. La regione più colpita resta la Lombardia con 53 nuovi casi, 29 in Campania, 24 in Veneto e 20 in Emilia-Romagna e 10 in Valle D’Aosta. Su scala nazionale quindi risultano 212 in più le vittime del coronavirus rispetto ai 170 della scorsa settimana però, su un numero di tamponi raddoppiato. La situazione attuale della Regione, non è così allarmante stando alle 11 regioni su 20 che segnano 0 riguardo i nuovi contagiati; la situazione però non deve essere persa di vista, dato il numero in aumento.

Le vittime del coronavirus sono a +12 rispetto a ieri. Aumenta anche il numero dei malati attuali e dei ricoverati, mentre scende il numero delle vittime in terapia intensiva a -5.

La crescita dei casi in estate era stata già preventivata, ma è necessario non abbassare la guardia per non rischiare la chiusura dell’intera nazione.

LEGGI ANCHE

Quattro morti in appena due giorni: erano tutti in moto

Lanciata in aria per gioco sbatte sul ventilatore a tetto: grave una bimba

Uccide l’amante incinta con 10 coltellate. A ottobre il processo

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui