Brutta avventura nell’orario di lavoro per Giulia Nicastro, arbitro di calcio e fidanzata del bomber rosanero Stefano Moreo. La ragazza, durante la partita di un torneo dei Giovanissimi a Mestre, precisamente mentre arbitrava l’incontro tra Treporti e Miranese, è stata insultata più volte pesantemente dai tifosi ma anche dai calciatori stessi.

Come riporta “Il Gazzettino”, ciò che si è visto in campo è stato a dir poco scandaloso e vergognoso tra giocatori che si abbassavano in campo i pantaloncini e genitori dagli spalti che incoraggiavano gli altri spettatori a insultarla.

Adesso la vicenda è passata nelle mani del giudice sportivo e della Federazione.

Roberto Ciambetti, presidente del Consiglio Regionale del Veneto, ha commentato così la vicenda: “Sarà la Giustizia sportiva a livello regionale e spero anche nazionale a pronunciarsi ulteriormente, e mi auguro in maniera rigorosa, su quanto avvenuto nel Torneo di calcio. A noi spetta invece stringerci attorno a Giulia Nicastro, vittima di insulti e comportamenti inqualificabili, alla quale ribadisco la mia personale solidarietà, e credo in ciò di interpretare il pensiero di tutti i consiglieri regionali, come solidarietà va all’Aia di Venezia e del Veneto già che già nel recente passato, con Sara Semenzin a Bassano, ha vissuto una vicenda analoga altrettanto vergognosa”.

Facebook
Instagram
Twitter
SHARE