Valente Palermo Calciomercato

Il Palermo non cade a Perugia e il merito è di Valente. La partita di ieri tra le tante incertezze legate al gioco della squadra di Corini, sembra aver ritrovato una certezza: Nicola Valente. L’esterno è stato il migliore nella pazza gara giocata dal Palermo in quel di Perugia, confezionando un gol (con deviazione) e due assist.

Partita da vero esperto, seppur questa sia la sua prima esperienza in Serie B e da vero veterano: ultimo che molla e che suda la maglia. Non è un caso se ieri la sconfitta è stata evitata grazie ai tre reduci della promozione: Marconi, Brunori e Valente. A differenza dei primi due, però il numero 30 rosanero, non è sempre stato tra le prime scelte del mister, anzi a certo punto era costantemente relegato in panchina. Tuttavia la sua dedizione e la sua professionalità, oltre che l’infortunio di Elia, gli hanno permesso di riprendersi il posto e di prendersi i meriti che gli spettano. Attacco o centrocampo, per lui non fa nessuna differenza. Valente corre, a volte sbaglia, ma suda sempre la maglia. Adesso anche Corini sembra averlo capito, tanto da toglierlo definitivamente dal mercato.

Valente ha convinto Corini: adesso è imprescindibile

Questo mercato invernale del Palermo è iniziato con la diaspora di alcuni dei senatori. Accardi e Floriano hanno salutato ritornando in C e molti credevano che anche il tempo di Valente, in rosanero, fosse giunto al termine. Su di lui c’era l’interesse del Cesena, squadra dell’ex capitano rosanero De Rose, ma adesso il club non sembra più intenzionato a lasciarlo partire. D’altronde i primi mesi di campionato, non sono stati facili per lui, viste le buone prestazioni di Elia. La sua stagione però ha una svolta: il match contro il Cittadella: Elia si infortuna e lui gli prende il posto. Da lì le sue prestazioni iniziano a salire. Sia nel 4-3-3, come esterno d’attacco, che nel 3-5-2 come braccetto di centrocampo, Valente si fa trovare sempre pronto.

Mercato Palermo, l’esterno non si muove

La partita contro il Perugia è stata la ciliegina sulla torta, che ha anche del tutto convinto Corini a toglierlo dal mercato. Gli elogi del “genio” sono un investitura così come le parole nella conferenza di venerdì nella quale chiudeva ad altre cessioni in questa sessione di mercato. Tuttavia il Palermo è alla ricerca di esterni per dare più alternative al mister, ma chiunque arrivi dovrà fare i conti con questo Valente: leader, decisivo e anche bomber. Con il gol al Curi, l’esterno è salito a quota 3 gol in campionato raggiungendo Elia e il secondo posto della classifica marcatori del Palermo. Sono ancora molti i dubbi sul mercato, ma dalle parti di Viale del Fante sembra esserci una certezza: Valente non si muove.

LEGGI ANCHE

Azzi, dal rifiuto al Palermo al gol all’esordio col Cagliari

Palermo, da qui alla fine sarà un campionato di lotta e di governo

Il caffè della domenica: Rosa o nero?

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

 

2 Commenti

  1. Valente, Marconi e Brunori, per me sono sempre giocatori base del 3-5-2 suggerito a Corini.
    La prossima partita Palermo – Bari è importante vincere perché ci porta tra il nonno e l” Ottavo posto in classifica.
    È importante utilizzare questi due nuovi giocatori comprati e quelli utilizzati nel secondo tempo con il Perugia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui