Palermo

In uno scontro salvezza come quello di stasera tra il Palermo e il Como, una previsione del punteggio finale non sarebbe stato facile per nessuno. La partita, valevole per la 16a giornata della Serie B, è terminata sullo 0 a 0. Un pareggio che cambia ben poco la situazione in classifica di entrambe le squadre: infatti, i rosanero con 19 punti si portano in 13a posizione, mentre i lombardi rimangono al penultimo posto con 16 punti. Di seguito il racconto del match di questa sera andato in scena al Renzo Barbera.

Palermo-Como: il racconto del match

Il primo tempo

Il match tra il Palermo e il Como comincia in maniera equilibrata. La prima vera occasione della partita arriva al 5′ con Cutrone, che stoppa la palla in aerea e tira: la sfera, però, viene annientata da Pigliacelli. Al 10′ succede di tutto: prima arriva il palo colpito da Vido con un colpo di testa su cross di Sala e dopo, su calcio d’angolo, Brunori tira due volte, trovando il difensore e poi il portiere. Passano tre minuti e dall’altra parte del campo si invola in solitaria Mancuso che, da solo davanti l’estremo portiere rosanero, calcia direttamente su quest’ultimo. I primi 15′ si rivelano essere, così, più entusiasmanti che mai, con entrambe le compagini che si rendono pericolose.

Al 28′, Sala crossa in aerea, trovando il colpo di testa di Segre, che diventa facile preda di Vigorito. Il numero 3 del Palermo, nella prima mezz’ora di gioco, ha fatto impazzire la difesa del Como con i suoi cross e le sue giocate. Non di facile marcatura il terzino sinistro rosanero. Ci pensa, però, Mancuso a far zittire per pochi secondi l’entusiasmo del Barbera: infatti, al 32′, l’attaccante lariano calcia a giro, sfiorando di poco l’incrocio dei pali. Al 43′, il Como va vicino al vantaggio: dopo un uno-due in area rosanero tra Cerri e Cutrone, quest’ultimo tira sul secondo palo, mancando la porta per un soffio. Il primo tempo finisce, così, sullo 0 a 0: un risultato bugiardo, dopo tutte le occasioni avute dai padroni di casa, ma inutilmente sprecate.

Il secondo tempo

La seconda frazione di gioco inizia un po’ più lenta rispetto alla prima, con entrambe le squadre che attendo le incursioni avversarie. Segre vicinissimo al gol al 52′, con un ennesimo colpo di testa verso la porta difesa da Vigorito: palla che esce di poco sopra la traversa. Mancuso ci riprova al 63′, tirando a giro sul secondo palo della porta rosanero: la palla, però, va dritta sul fondo.

La seconda metà di gioco del secondo tempo appare molto statica, con il Palermo ed il Como che cercano di non lasciare troppi spazi agli avversari. Al 78′, dopo aver superato un difensore del Como, Sala la mette in area, dove trova Brunori, con quest’ultimo che si gira e tira, spedendo la palla sul fondo. Al 90′ ci prova Stulac con un tiro forte da fuori area, che non impensierisce l’estremo difensore del Como. La squadra di Longo si rende pericolosa negli ultimi minuti di gioco, non concludendo mai nel migliore dei modi le giocate offensive. La partita termina con un secco 0 a 0: un punto che serve a ben poco ad entrambe le compagini.

LEGGI ANCHE

Inviato Sportitalia molestato in Diretta Tv, Criscitiello: “Anche questa è una notizia”

Palermo, la gara per l’Immacolata porta fortuna… o quasi

Spagna, cambio sulla panchina della nazionale: ecco il sostituto di Enrique

Semplici: “Questa Serie B è affascinante. Cagliari? L’avrei potuto salvare”.

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui