Semplici

Leonardo Semplici, ex allenatore di Spal e Cagliari, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di FootballNews24 per commentare il campionato di Serie B e la propria esperienza nel club sardo. Infatti, il 22 febbraio del 2012 è subentrato al posto di Eusebio Di Francesco per allenare la squadra rossoblù. In 15 gare è riuscito a vincerne 6 e perderne 5, classificandosi così al 16esimo posto. La stagione seguente verrà esonerato, dopo le prime tre giornate del campionato di Serie A. Di seguito le parole di Semplici in merito alla questione, riportate da Cagliarinews24.

Le dichiarazioni di Semplici

Sull’attuale campionato cadetto: “Il campionato di Serie B quest’anno è molto affascinante perchè ci sono delle piazze storiche e da Serie A come Genoa, Parma, Cagliari, lo stesso Pisa e Benevento, Palermo e Bari per citarne solo alcune. Tutti questi club hanno la voglia di tornare nella massima divisione e poi ci sono le classiche sorprese che ogni stagione escono fuori come la Reggina e il Frosinone che quest’anno è costruito molto bene. Ogni domenica puoi vincere come perdere quindi devi avere uno standard tale da dare continuità di risultati per lottare ognuno per i propri obiettivi”.

Sull’esperienza a Cagliari: “Purtroppo in estate, dopo la salvezza, non c’era la convinzione da parte della società, che aveva contattato già altri mister e non ci sono rimasto bene nonostante io avessi detto chiaramente che se non c’era la volontà di continuare il rapporto potevamo interromperlo loro. A mio avviso, non hanno voluto farlo perché per la piazza ero sicuramente apprezzato per i risultati raggiunti, ma non c’erano i presupposti per andare avanti. Allenare a Cagliari è particolare, è una piccola nazione, e i sardi sono speciali, quindi ti senti responsabile di questa squadra e di questa terra. Sono dispiaciuto di come si è conclusa e di come è andata a finire per la squadra, perchè nelle restanti trentacinque partite le cose sono andate sempre peggio fino alla retrocessione. Sono tutt’ora convinto che li avrei potuti portare a dama”.

LEGGI ANCHE

Genoa, Gilardino: “Pronto a dare tutto in questa nuova esperienza”

Corini: “Sappiamo quale sogno abbiamo. Mercato? Può spostare gli equilibri”

Abodi: “Nel calcio muori e rinasci. È successo al Palermo”

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui