La gumina

La 15a giornata di Serie B vedrà il Palermo essere ospite del Benevento allo stadio Ciro Vigorito. Il match in programma alle 18:00, ha un peso non indifferente, visto che le due squadre si trovano a ridosso della zona playout con 15 punti totali. Questa però sarà una gara speciale soprattutto per Antonino La Gumina, che affronterà la squadra della sua città che ha sempre tifato. L’attaccante palermitano ha iniziato bene la stagione mettendo a segno già tre reti. Oggi tornerà ad affrontare il suo passato, anche se questa estate si era pensato ad un ritorno.

La Gumina e quell’amore per il rosanero

Palermitano doc, cresciuto a Tommaso Natale, La Gumina ha i colori rosanero nel cuore. Dalle giovanili fino alla prima squadra, al Palermo l’attaccante classe 96 è riuscito a togliersi tante soddisfazioni e attirare su di se gli occhi della Serie A. Fu, infatti, la buonissima stagione 2017-2018 che gli valse il trasferimento all’Empoli per 9 milioni di euro, facendolo diventare l’acquisto più oneroso del club. La Gumina però, aveva già mostrato le sue qualità durante il periodo delle giovanili. In primavera, durante il torneo di Viareggio del 2016 portò i rosanero fino alla finale persa contro la Juventus, tuttavia, a lui andò il premio “Golden Boy” e quello di capocannoniere della competizione. Lontano da Palermo, però, La Gumina non è riuscito a brillare, le esperienze ad Empoli e a Genova sponda blucerchiata non sono state positive. Nell’a stagione passata in prestito in Serie B, al Como, il giocatore palermitano ha collezionato 34 presenze condite da 9 reti.

Un unico rimpianto

Nella carriera di “Nino” però c’è un rimpianto: quello di non essere riuscito a portare il Palermo in Serie A. C’era andato vicino nella stagione 2017/2018, nel doppio confronto contro il Frosinone, poi finito con l’episodio dei palloni in campo e la promozione dei ciociari. La Gumina in quelle due partite era stato grande protagonista segnando il gol del momentaneo 1-1 all’andata al Barbera. Tuttavia il suo contributo non ebbe grandi effetti, con i gialloblu che vinsero per 2-0 al ritorno. Quella fu l’ultima sua partita in rosanero, visto che nella sessione di mercato estiva fu ceduto all’Empoli, in Serie A.

LEGGI  ANCHE

5 gare per capire se la responsabilità è di Corini o dei giocatori

Girare a 20 punti, questo è il problema

GdS – C’è Marconi, in difesa si cambia. E si può rilanciare Stulac

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui