Palermo

La prossima giornata di Serie B vedrà sfidarsi tra le tante partite, il Benevento di Cannavaro ed il Palermo di mister Eugenio Corini. L’allenatore ex Campione del Mondo e Pallone d’Oro attualmente alla guida dei campani, è tornato a parlare ai microfoni del Corriere dello Sport.

Ecco di seguito le parole di Cannavaro

Le parole di Cannavaro

“Dopo non aver accettato l’incarico della Polonia dovevo mettermi in gioco assolutamente ed ho scelto il progetto del Benevento. A convincermi non è stato il presidente, bensì Pasquale Foggia, mio  amico e direttore; in più anche la mentalità ambiziosa di Vigorito ha fatto la differenzaLa squadra appena sono arrivato non ragionava, e si basava solamente sui duelli fisici ed ovviamente la responsabilità non era del precedente allenatore. Successivamente sono arrivati tanti infortuni ed in più non è mai facile quando si subentra su una panchina”.

“Quando ho presentato le dimissioni non volevo abbandonare il timone, semplicemente non arrivavano risultati e stavo prendendo le mie responsabilità. In ogni caso la respinta delle dimissioni mi ha rafforzato”

LEGGI ANCHE

Ternana, Lucarelli: “Tre anni bellissimi. Ringrazio i tifosi per l’affetto”

Benevento-Palermo a Baroni: un arbitro che porta benissimo

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui