bagnaia

Ultima grande occasione per Pecco Bagnaia per laurearsi campione MotoGP.
Si deciderà tutto a Valencia, al Ricardo Tormo, in quei 4 km di lunghezza, tra 9 curve a sinistra, 5 a destra e un rettilineo di 876 metri.

Il numero 63, in sella alla sua Ducati, è a soli 27 giri per diventare ancora una volta campione del Mondo (la prima risale infatti al 2018 in Moto 2) e raggiungere l’ottava vittoria stagionale con la rossa.

Neanche troppa la fatica per il centauro piemontese classe ’97. Basterebbe solo spingere su con l’acceleratore e piazzarsi almeno il 14esimo posto per scrivere il proprio nome sul tabellino dei campioni del Mondo.

Tuttavia, come in tutte le sfide ad alta velocità, le insidie sono sempre dietro l’angolo: una di queste è Fabio Quartararo. Bagnaia ha un vantaggio di ben 23 punti sul pilota Yamaha, costretto a guadagnare il pilota per avere speranze. In quel caso Pecco dovrebbe arrivare 14esimo per confermarsi. Per l’intero team non dovranno dunque esserci margini di errori, il resto sarà deciso dalle due ruote. Motori accesi domenica 6 novembre alle 14 per capire se sotto il cielo valenciano si alzerà o meno una marea rossa.

Palermo, aggressione a Villa Sofia: voleva visitare un parente

Cassano: “Moggi mi ha rotto le p**le. Io vado in giro a testa alta”

CorSport – Corini cerca la soluzione al “paradosso” Palermo  

LEGGI  ANCHE

Breve storia del club e uno dei migliori giocatori

GdS – Dall’infortunio all’esordio, Devetak finalmente sorride

GdS – Due punti in cinque partite, i rosa viaggiano più lenti di tutti

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui