L’avventura di Giovanni Marchese in Serie D da allenatore dell’Acireale è durata solo 3 partite. Il club granata ha infatti esonerato il tecnico siciliano a seguito dei brutti risultati ottenuti dopo 3 giornate.

Marchese esonerato: il momento in casa Acireale

Era nell’aria l’esonero di Giovanni Marchese, ex giocatore del Catania tra le altre. Acireale che si trova al terzultimo posto a quota 1 punto dopo 3 giornate. Fatali per il tecnico siciliano le due sconfitte di fila, prima a Canicattì per 2-0, poi in casa contro il Lamezia Terme, partita persa 1-2. A lasciare il club non solo Marchese ma anche i suoi collaboratori Angelo Spina, vice-allenatore, e Armando Maritato allenatore dei portieri. Acireale che poi ha emesso un comunicato ufficiale nei profili social: “L’Acireale Calcio comunica la rescissione consensuale con l’allenatore Giovanni Marchese, il vice-allenatore Angelo Spina e l’allenatore dei portieri Armando Maritato. La Società ringrazia Marchese e il suo staff per il lavoro svolto e augura loro le migliori fortune in campo professionale ed umano”.

Da giocatore ad allenatore, la carriera di Marchese

Cresciuto nelle giovanili del Torino gira poi per svariati club fino ad arrivare alla sua consacrazione al Catania. Nel club siciliano si mette definitivamente in mostra e diventa un perno della squadra rossoazzurra. Con questa maglia più di 140 presenze di cui molte in Serie A, dove ha segnato il suo primo gol contro il Napoli di Lavezzi. Dopo un periodo al Genoa sotto la guida di Gasperini decide di tornare in terra siciliana, nuovamente a Catania sua ultima squadra da calciatore.

LEGGI ANCHE

GdS – Corini, troppe spine. Rosa in cerca d’identità

GdS – Tre moduli in 90 minuti, così Corini mette da parte il tridente

GdS – Prima l’Ascoli, poi il Südtirol: crolla anche il fortino Barbera

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui