Gomes

Giornata di presentazione in casa Palermo con Claudio Gomes in conferenza stampa. Il giocatore è stato l’ultimo acquisto del mercato estivo rosanero, arrivando dal Manchester City. Si tratta della prima operazione di mercato fatta tra Palermo e i cityzens dopo il passaggio dei rosanero al CFG. Ecco le parole del centrocampista francese.

Le parole di Gomes

Le differenze tra Premier e realtà del Palermo: “Le sensazioni sono buone, nel passaggio tra Premier e Italia. Il Palermo è una grande squadra e mi sento un po’ come a casa”.

Similitudine con Kante: “Durante gli anni mi hanno chiamato così, ma io devo ancora lavorare tanto per raggiungere il livello di Kante. Ci sono delle similitudini nel nostro modo di giocare, ma io devo ancorare crescere”.

“Il passaggio negli ultimi giorni di mercato è stato molto veloce. Sono venuto qui perché avevo sentito parlare bene di Palermo. Io sono un centrocampista, e spero di poter istaurare un buon rapporto per giocare al meglio questa stagione. Cerco anche di capire come giocare al meglio in attacco, ma allo stesso tempo rendere solida la difesa”.

“Per il momento i rapporti con il coach e gli altri compagni sono molto buoni. Mi piacciono molto le idee di Corini, ma visto che sono arrivato da poco ci sono dei problemi a livello di comprensione per la lingua. Gli altri però stanno cercando di darmi una mano anche parlando in inglese. Dalla mia mi impegnerò per imparare presto l’Italiano. Le parole di Corini su di me mi fanno molto piacere, e darò il massimo per ricambiare la fiducia”.

Ritiro in Inghilterra: “I cinque giorni a Manchester sono stati fantastici. Momenti importanti sia all’interno del campus che fuori. Ho fatto un po’ da guida ai miei compagni perché già conoscevo il posto. Quindi ho cercato di trasmettergli delle conoscenze sul luogo e tutto quello che sapevo. Sono stati momenti fondamentali per tutta la squadra”.

“La concorrenza in squadra è una cosa positiva, soprattutto se è sana come in questo caso. C’è grande rispetto tra noi compagni. Diamo il massimo in allenamento durante la settimana per poi aggiudicarsi un posto in campo”.

“Il livello della Serie B è molto elevato. Ho visto le ultime partite e credo ci sia un livello molto alto per quanto riguarda la tattica. Anche lo stile di gioco, rispetto ad altri campionati è diverso, e questo mi è molto utile per capire meglio le tecniche e tattiche da usare. Il calcio italiano si concentra sulla tattica ed è anche più intenso. Mentre in Francia e Inghilterra è un gioco più fisico”.

LEGGI ANCHE

GdS – Palermo, i «vecchi» non mollano

Repubb. – Torna Broh e ritrova il suo passato

CorSport – Effetto Guardiola. Palermo spietato?

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui