In occasione degli Oscar di CalcioBresciano, il capitano del Brescia Dimitri Bisoli ha rilasciato un’intervista ai microfoni degli organizzatori di questa speciale cerimonia. Il centrocampista sardo ha vinto il premio come miglior giocatore professionista che milita in una squadra bresciana. Il figlio d’arte dell’attuale allenatore del Sudtirol, Pierpaolo Bisoli, è stato accostato al Palermo in questa sessione di mercato. La dirigenza rosanero aveva effettuato alcuni sondaggi per capire la fattibilità dell’operazione ma la società bergamasca riteneva il calciatore incedibile e la trattativa è saltata.

Di seguito le dichiarazioni di Dimitri Bisoli: “Il riconoscimento è un motivo di grande orgoglio. Ringrazio tutti quelli che mi hanno votato e i miei compagni di squadra che hanno reso possibile questo. La dedica va a mia moglie che mi segue sempre, a mia figlia e a tutti i tifosi del Brescia. In campionato siamo partiti veramente bene, ma il campionato è lungo. In Serie B ci vuole tantissimo equilibrio e siamo stati bravi, grazie anche al supporto dei tifosi, a rialzarci dopo la sconfitta contro il Frosinone. L’obiettivo è la salvezza. Il mister ha una mentalità mista tra inglese e spagnolo, ha un modo di giocare molto aggressivo e vuole sempre andare a fare gol. Per noi è uno stimolo. Da bambino avrei voluto giocare almeno una partita in Serie A e sono contento di averlo fatto con la maglia del Brescia. Futuro? Ho molti altri sogni ma non li dico, spero solo di realizzarli con questa maglia”.

LEGGI ANCHE

GdS – Palermo, i «vecchi» non mollano

Repubb. – Torna Broh e ritrova il suo passato

CorSport – Effetto Guardiola. Palermo spietato?

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui