corini

Dopo undici giorni dalle dimissioni di Baldini, a prendere il suo posto come allenatore del
Palermo è stato Eugenio Corini. Lo storico capitano dei rosanero è stato scelto da Mirri e dal City Football Group per affrontare il nuovo campionato di SerieBKT: per lui un contratto biennale. Il primo allenamento, inoltre, è stato svolto nella giornata di ieri a Boccadifalco, sotto gli occhi di tre osservatori speciali come Marwood, Zavagno e Rinaudo. Di seguito le sue primissime parole di presentazione rilasciate nella giornata odierna in sala stampa.

LE DICHIARAZIONI DI CORINI

Sul match contro il Perugia Corini ha detto: “Il Perugia è una squadra forte. L’ho affrontata l’anno scorso durante i playoff e la struttura è più o meno la stessa. Il loro mister lo conosco bene e ho grande stima. Saranno più preparati e più pronti, ma noi dobbiamo essere coscienti e reattivi per capire chi è più pronto e chi meno. Ci sono punti in palio e dobbiamo capire chi potrà scendere in campo già sabato. Ieri ho detto ai ragazzi di non abbattersi mai e di trovare sempre le motivazioni davanti alle difficoltà. Questi ragazzi nelle difficoltà meritano di essere aiutati. Sarà fondamentale creare una sinergia unica. Dentro, finchè c’è speranza, bisognerà sempre pensare di raggiungere l’obiettivo”.

”Sullo staff ci stiamo lavorando. Voglio portare con me quattro persone e credo che tra 1 giorno o 2 avremo delle conferme e verrà confermato e annunciato lo staff. Ho ritrovato persone che conoscevo e si è creata subito una bella atmosfera”.

L’importanza dei tifosi

Sull’importanza dei tifosi allo stadio Eugenio Corini ha ammesso: “La dimostrazione di amore – oltre quello visto ai playoff – si vede dagli oltre 13mila presenti con la Reggiana e dalle oltre 10mila tessere di abbonamento vendute. Io ho detto subito che li aspetto tutti allo stadio, perchè serviranno per battere il Perugia, che al momento è più pronta di noi. Ma il pubblico sarà fondamentale, più saremo più avremo possibilità di battere il Perugia”.

”Luperini è un giocatore fondamentale, è un grande pressatore. Ma al momento non è ancora disponibile. Valente stamattina si è allenato con me e credo possa essere disponibile per la partita contro il Perugia”.

“Questa la mia grande opportunità”

Un aneddoto del passato: “Quando arrivai a Palermo da allenatore, avevo fatto una sessantina di partite. Avevo fatto delle esperienze, volevo aiutare una squadra in difficoltà. Era una scelta difficile, ma c’era la volontà di migliorarla. Poi ho capito che non c’era molta possibilità, con grande rammarico diedi le dimissioni perchè non c’erano delle cose condivise. Mi è costato tanto da un punto di vista personale, un grande dolore. La mia vera opportunità, da allenatore del Palermo, sento che sia questa. Un po’ come è accaduto a Baldini, la vita a volte ti dà queste possibilità”.

LEGGI  ANCHE

Longo: “Palermo? Avrei dato il 110%. E quei palloni in campo”

Palermo, spunta il nome di Di Carmine per l’attacco: anche l’Ascoli su di lui

A Boccadifalco anche Bryan Marwood del CFG, occhi sulla squadra e…

[FOTO/VIDEO] A Boccadifalco il primo allenamento di mister Eugenio Corini

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui