Filippi

Giacomo Filippi, tecnico del Palermo, in seguito alla partita affrontata dai siciliani contro la Virtus Francavilla terminata per 1-0, ha commentato la gara in conferenza stampa.

LE DICHIARAZIONI DI FILIPPI

“La mia panchina è sempre in discussione. Nel calcio moderno, soprattutto italiano, vengono mandati via gli allenatori anche quando si vince. Non mi sorprenderebbe nulla. Faccio i complimenti ai ragazzi per come è arrivata la vittoria. Si sono aggrappati a tutto. L’espulsione ci può stare. La coesione della squadra si è vista nei momenti di difficoltà. Adesso dobbiamo subito buttarci nella partita di domenica. Fare punti per trovare continuità è un obbligo”.

“Il mio Palermo lo vedo nella voglia di lottare. Negli allenamenti non si risparmiano mai e a me quello serve: vedere che i giocatori buttano l’anima per la maglia, per la società e per i tifosi. Quando si fa questo si è a tre quarti dell’opera. Il resto sanno farlo e lo fanno bene. L’avversario era abbastanza tosto, lo dicono i numeri. La Virtus ha 14 punti e una difesa impermeabile. Siamo riusciti a fare gol sfruttando una loro disattenzione perché ci abbiamo creduto”.

“Abbiamo speso tanto, ma abbiamo anche cambiato 5-6 elementi. Sono rientrati Almici e Valente. La rotazione avviene in maniera continua e tutti rispondono bene. Siamo incappati in qualche prestazione collettiva negativa in trasferta. Non so se guardare il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto. Dobbiamo essere bravi a giocare di squadra, perché se giochiamo in modo individuale iniziano a vedersi le difficoltà dei singoli elementi. Non possiamo permettercelo. Dobbiamo essere costanti e lucidi”.

LEGGI ANCHE

Saraniti risponde alle critiche: “I gol prima o poi arriveranno”

Lega Pro, Ghirelli: “I club di Serie C sono meritevoli d’attenzione”

Un infermiere per il Palermo: tocca a Emmanuele

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

 

 

LEGGI ANCHE

Pietro Cianci da bomber del Catanzaro a Babbo Natale per un giorno

Brescia, ricorso contro Turris e FIGC depositato al CONI: il motivo

Juve Stabia come il Palermo: un vice alla guida della squadra

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

1 commento

  1. Non sai se guardare il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto??? spero caro mister che stia scherzando, siamo dopo appena 10 giornate già fuori da ogni discorso per la promozione diretta, 3 giorni fa siamo stati presi a pallonate dalla turris ,ieri la vittoria è avvenuta grazie solo alla buona sorte .
    Caro filippi la verità che attualmente non c’è neppure il bicchiere.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui