Palermo - Mirri

Conoscendo il tifoso Mirri, la delusione sarà tanta. Il presidente però deve mettete da parte lo sconforto e guardare avanti. Anche subito; anche poche ore dopo l’eliminazione dai play off per mano dell’Avellino. Non c’è sosta per il patron rosanero. Ieri sera puntualmente sconfitto al Partenio, questa mattina al lavoro per il Palermo.

Esiste solo il Palermo

Il club rosanero è parte della sua vita da sempre, non lo ha mai nascosto, ed oggi che ha la responsabilità massima ogni momento è dedicato a questa società con la testa e con il cuore. Insomma sembra che si occupi del Palermo 24 ore al giorno.

A Roma per il futuro del club

Dario Mirri oggi è volato infatti a Roma per costruire un pezzo del futuro del club. Il presidente rosanero si trova all’istituto del credito sportivo per il finanziamento del centro sportivo e per la progettazione di uno studio di fattibilità per la ristrutturazione dello stadio. Al lavoro cioè per quelle che ritiene essere le fondamenta che daranno forza al Palermo del futuro, chiunque sia il proprietario o il presidente.

Stessa idea di sempre su nuovi investitori

Ed a proposito di società o di un nuovo acquirente, riteniamo che ancora oggi Dario Mirri non possa che ribadire quanto affermato in passato e cioè che un nuovo acquirente o comunque chiunque volesse sostenere il Palermo lui lo cerca dal primo giorno, e le porte sono sempre state aperte. Aperte oggi, e aperte in futuro. Chiunque cioè può contattare Lazard, la banca che gestisce le quote di partecipazione nel Palermo, lo faccia in qualsiasi momento.

Fronte dirigenziale e area tecnica (allenatore)

E anche sul fronte dirigenziale del club (di questa società attuale), Mirri vorrebbe prendere ancora del tempo. Prematuro oggi pensare a dei cambiamenti repentini. Fondamentale sarebbe, invece, pensarci con calma ad eventuali ribaltoni sia sull’area tecnica che su quella organizzativa. Non commettere gli stessi errori di questa stagione è troppo importante (sopratutto della prima parte di stagione) per lasciarsi andare a decisioni avventate.

Serve calma e raziocinio, l’obiettivo di Mirri

Il pensiero del patron è chiaro: Non farsi affogare dalla delusione e progettare il futuro con raziocinio. Con uno sguardo, anzitutto, rivolto agli organi che per primi Mirri vorrebbe inserire nel “corpus” rosanero: centro sportivo e stadio, vitali per regalare al Palermo vita lunga e gloriosa. 

LEGGI ANCHE

Palermo, oggi Filippi e Santana in conferenza stampa

Avellino-Palermo, le pagelle: avanti si salva solo Kanoute, Accardi un leone

[VIDEO] Avellino-Palermo 1-0, gli highlights del match

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui