Calcio Catania

Qualcuno salvi il Calcio Catania. Non siamo impazziti, siamo siciliani. Poco ci riguarda se sotto l’Etna hanno festeggiato per i nostri fallimenti, e altrettanto poco ci interessa se il Catania dovesse raggiungere vette più alte del Palermo in caso di “salvezza”.

Qualcuno salvi il Calcio Catania. Il derby è il momento più importante della stagione sportiva per il Palermo e per gli etnei. Una partita in cui poco conta la classifica, i valori tecnici e la guida dirigenziale. L’unica cosa che conta veramente nel derby è la voglia di vincerlo, di portare a casa il risultato per rendere orgogliosi i tifosi.

Il Calcio Catania è forse l’unica realtà calcistica siciliana a non essere mai fallita, e così deve continuare ad essere. Ma non per amore per i colori rossoblu… tutt’altro. Perché la memoria è ancora piena di tante belle vittorie, pomeriggi o serate indimenticabili… sei punti facili a stagione. Succedeva solo pochi anni fa e vogliamo che continui o torni ad essere. E poi il derby è il derby e pur con tutto l’antagonismo verso gli etnei, resta sempre una gara che sprigiona emozioni e tensioni speciali. E non vogliamo rinunciarvi, per egoismo.

Siamo ancora ben memori dei clima pre-derby vissuti dai rosanero quest’anno, avvenuti in due momenti cruciali della stagione: nel primo caso la squadra del capoluogo siciliano usciva da un disarmante focolaio di Covid-19, nel secondo caso era fresca dell’esonero del tecnico Roberto Boscaglia. In entrambi i match il derby ha permesso al Palermo di ritrovarsi, rivitalizzarsi e compattarsi su un unico obiettivo: la vittoria.

Noi vogliamo il Calcio Catania nel professionismo. Vogliamo ancora il derby, vogliamo surclassarli sportivamente sul campo, vogliamo raggiungere insieme a loro la Serie A e giocarci ( e vincere) le nostre carte nella massima competizione italiana con tutto l’agonismo possibile, con le curve piene e i bambini in festa, che da una curva all’altra si rimpallano i peggiori sfottò.
Non ci importa se qualcuno non sarà d’accordo ma noi teniamo a ribadire tale concetto: il Calcio Catania non deve morire, il derby di Sicilia va assolutamente preservato.

LEGGI ANCHE

Mario Santana tra Beethoven e Mark Hollis: una scelta difficile da prendere

Valente inamovibile, poi Luperini e De Rose. I tre pilastri di Filippi

Balotelli e La Gumina in attacco: nasce la Nazionale di calcio siciliana

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM TWITTER

2 Commenti

  1. E il Palermo chi lo salva? Anche il Palermo è messo male, un altro campionato deludente come quello di adesso non lo vogliamo. Il Palermo deve andare in serie B. Mirri ce la fa?

  2. Complimenti per la delicatezza con cui hai trattato un tema così complesso e difficile da spiegare da ambo i lati. Mi permetterò di “rubare” alcuni stralci significativi del tuo pezzo per scriverne uno trattando il medesimo tema, sponda Catania. Buon lavoro Claudio. Marco Platania.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui