caserta

Fabio Caserta si gode la promozione diretta del suo Perugia, vincitore del campionato di Serie C – Girone B dopo un lungo testa a testa con il Padova. L’allenatore, accostato quest’estate anche al Palermo, potrà assistere da spettatore disinteressato ai play-off. Fare pronostici su quale squadra raggiungerà la cadetteria è sostanzialmente impossibile. Da parte sua, tuttavia, fa il tifo per il Catania, squadra in cui da calciatore ha militato per tre stagioni prima di vestire la maglia rosanero.

Con Raffaele al timone la squadra andava anche bene, poi c’è stato un calo. Riscossa immediata con Baldini. I playoff sono una lotteria, ma il Catania ha una storia e grande carica. Se i rossazzurri dovessero affrontare questa fase con una forte carica mentale e dovessero stare bene fisicamente, potrebbero lottare per arrivare fino in fondo. La spinta degli esterni è fondamentale, Pinto e Calapai hanno gamba ed esperienza. In avanti Russotto si è proposto nella maniera migliore. Ricordi di Catania? Ottimi. La promozione dalla B, le stagioni in A. Il rapporto si è chiuso male, ma io ho sempre riconoscenza verso la piazza etnea“. Lo ha detto Fabio Caserta tra le colonne dell’edizione odierna del quotidiano La Sicilia.

LEGGI ANCHE

Virtus Verona, Consolaro: “Perugia e Padova più forti della Ternana”

Teramo, bomber Bombagi: “Il Barbera è un campo perfetto”

Play-off? Spieghiamoli alla vecchia maniera. Ottavi, quarti, semifinali e…

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui