Palermo – C’è chi non vede l’ora che finisca la stagione, resettare tutto e vedere che succede. C’è chi giura di prendere altri impegni durante la gara per non avere la tentazione di sintonizzarsi, c’è chi con ghigno ironico dice di aver staccato la spina da tempo. E c’è chi invece, sempre meno in verità, continua a soffrire e tribolare per i colori rosanero. La passione e l’entusiasmo della gente cala, lo dicono i dati e gli ascolti.

Nonostante i buoni propositi, le intenzioni bellicose e la voglia di crescere, la musica è sempre la stessa: due vittorie e la sconfitta pesante. Inaffidabilità. Che forse a Monopoli ha toccato la sua massima espressione. Contro una compagine avvolta dal covid e senza allenamenti seri. Qualcuno l’ha definita la sconfitta più pesante della stagione, altri si sono sbilanciati nel considerarla la più pesante della recente storia rosanero. Ma c’è un Palermo-Battipagliese, finale play out, che ancora resta nella mente dei tifosi.

Ed a proposito di tifosi, girando per strada si percepisce tutta la delusione per una stagione altamente deludente che a Monopoli forse ha toccato il minimo in fatto di interesse e attenzione per la causa rosanero. Dopo aver fallito l’appuntamento in terra pugliese che avrebbe potuto regalare un finale di stagione un pizzico più eccitante, la gente si chiede: perché dovrei continuare a perder  tempo e guardare le partite di questa squadra inaffidabile che si perde sempre negli stessi errori e dimostra sempre gli stessi limiti? Di carattere, di entusiasmo, di determinazione e voglia di onorare la maglia ed  il nome della squadra rosanero? Razionalmente la gente ha ragione, non ci sarebbero fondati motivi per vedere Palermo-Vibonese. Ma il calcio è passione e speranza.

Ma speranza  di che? Verrebbe da chiedersi. Di regalare un finale più stimolante, fatto di una classifica migliore, di una squadra che arriva di slancio ai play off, di un cammino più autorevole in vista di spareggi che invece dopo Monopoli hanno un sapore impercettibile, evanescente. Tolta questa, cioè la speranza che a Monopoli è definitivamente crollata, resta la passione. Ecco, Palermo-Vibonese va vista solo per passione. Che qualcuno definisce anche malattia… O forse perchè dentro ognuno di noi c’è un pizzico di sano sadismo…

LEGGI ANCHE

Complimenti, complimenti davvero ai nostri “splendidi eroi” in maglia rosanero

Boscaglia, Filippi, Ancelotti o Mourinho. Girala come vuoi…

La dirigenza “uccisa” dai suoi stessi calciatori: ecco il male del Palermo

L’ennesima mazzata, forse la peggiore dell’anno. Comunque quella finale…

Palermo, firmata nuova ordinanza: zona rossa in tutta la provincia

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

1 commento

  1. Io vedrò la partita sempre con molto interesse e con piacere non riesco a capire perché i risultati pessimi della squadra dovrebbero influenzare la mia voglia di vedere il Palermo. Il Palermo si ama sempre ad esempio i tifosi avranno delle fidanzate delle moglie vorrei spiegare il motivo perché continuino a stare con le proprie fidanzate mogli quando in giro ci possono essere donne anche molto più belle Probabilmente perché le amano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui