Il turno infrasettimanale di domani pomeriggio vede il Palermo di Boscaglia affrontare una squadra in grandissima forma da inizio campionato. Stiamo parlando della Ternana guidata dall’ex bomber Cristiano Lucarelli, nonché l’unica squadra professionistica italiana a non avere ancora perso. Palermo-Ternana è anche una partita tra due piazze molto importanti per la Serie C e con una certa tradizione, che riporta con la memoria a grandi sfide del passato.

Palermo-Ternana, che sfida nel 2001!

Palermo 2001/02, Serie B

Rispolverando nella cassetta dei ricordi, farà sicuramente piacere un precedente lontano quasi di 20 anni. Era il 29 ottobre 2001, la sera di un lunedì, e Palermo e Ternana si promettevano grande lotta in quello che allora era uno splendido campionato di Serie B. I rosanero, guidati da Bortolo Mutti, erano una neopromossa ma intendevano stupire per avvicinarsi alle zone alte della classifica. La Ternana di mister Agostinelli navigava invece nei bassifondi della classifica ma poteva vantare in rosa un 22enne dal futuro assicurato. Quel ragazzino di nome Fabrizio Miccoli portava allora la maglia n. 11 e strabiliava già per tecnica e controllo palla.

Il Palermo aveva invece una formazione rodata, con alcuni elementi di spicco come il portiere Sicignano, un giovane Di Donato e poi ancora Davide Bombardini ed El Gaucho o El Caballo, Christian La Grotteria. Il Barbera invece presentava quella sera una bella cornice di pubblico con circa 15mila spettatori.

La Grotteria non perdona, Miccoli spaventa

Tutta la rabbia di Christian La Grotteria, “El Caballo”

Palermo-Ternana, quella sera, non delude certo le attese. Al ventesimo di gioco, il Palermo ha già sfondato due volte: al 15esimo con una splendida girata di La Grotteria, che va ad esultare sotto la Curva Sud. Quattro minuti dopo, Stefano Guidoni raccoglie un pallone vagante dal limite dell’area e lo spedisce in porta con una bella staffilata. La Ternana si ridesta, si affida alle giocate del suo campioncino Miccoli, verso il quale convergono tutti i palloni rossoverdi.

Un gol memorabile di Brienza contro la Juventus nel 2005

Ma il Palermo erige un muro invalicabile, la Ternana vi ci sbatte soltanto. Nel secondo tempo, mister Mutti inserisce tre uomini dalla panchina. Nomi non da poco comunque, fateci caso: dapprima fanno il loro ingresso Brienza e Massimiliano Cappioli. Infine c’è spazio per quell’Aladino Valoti, che nel 2018 avrebbe soffiato il posto di direttore sportivo dei rosa ad un capacissimo dirigente quale Fabio Lupo. Ma preferiamo non dilungarci con quella storia poco felice…torniamo al match quindi.

Palermo-Ternana 3-0! Bombardini sotto la Nord

Il copione di quel Palermo-Ternana non cambia volto neppure nell’ultima mezz’ora. Gli umbri tentano di accorciare le distanze, ma il Palermo si difende bene ed è mortifero nelle ripartenze. In una di queste, ad un quarto d’ora dalla fine, Davide Bombardini si ritrova a tu per tu con il portiere Marcon. Questi esce alla disperata, il “Bomba” lo trafigge quindi con un pallonetto. Maglia al vento, tutti sotto la Nord, 3-0 e partita chiusa!

LEGGI ANCHE

Palermo, striscione UCS per Mirri: “Puoi ripensarci, il calcio non è tabellone”

Stop al mercato. Palermo: niente colpi dell’ultima ora. La squadra va bene così

Potenza-Palermo, tifosi delusi e bufera sui social

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui