Una rosa quasi al completo, con l’arrivo di Almici e il recupero di alcuni elementi, un Palermo che potrà esprimersi al meglio ma con la fretta di ottenere punti. Questi e tanti altri temi sono quelli dibattuti nella conferenza prepartita dal mister Roberto Boscaglia.

Bisceglie un bivio? Tutte le partite saranno importanti, non possiamo perdere energie nel pensare ad agganciare o a superare le squadre in classifica. I punti persi non ce li restituirà nessuno, dobbiamo conoscerci tra di noi. Questa settimana abbiamo lavorato molto bene, la classifica non può essere questa. Alcuni ragazzi sono arrivati in ritardo, dobbiamo guardare una partita alla volta senza pensare agli altri, altrimenti sbagliamo”.

Somma e Palazzi disponibili? No, neanche Marconi ci sarà. Bucaro è una persona seria nel dire che il Palermo è il Palermo, ha ragione. Però il Bisceglie è una squadra abituata a giocare campionati del genere”.

Telone al Pasqualino di Carini? Non è giusto che una squadra faccia vedere i propri allenamenti, però ci sono anche campi dove ti metti sopra la collina e vedi tutto. Non è giusto che qualcuno scriva i dettagli di ogni allenamento, diamo solo un vantaggio alle altre squadre. Ci sono allenamenti che è giusto che nessuno veda. Il campo piccolo di Bisceglie non condizionerà le mie scelte. Dobbiamo abituarci, è una questione più mentale che tecnica”.

Sul rapporto tra tecnico e società, in merito ad alcune presunte frizioni, Boscaglia ha risposto così: “Il rapporto tra me e la società è normale, abbiamo cercato di risolvere alcune soluzioni. Non capisco perché voi giornalisti mi facciate queste domande, follia. Secondo me questo non è volere bene al Palermo. Domani giocheremo a 3, non siamo pronti per giocare a 4. Almici si è allenato, ma non sempre in gruppo. Potrebbe essere della partita, non so se all’inizio o dopo. Floriano? Può essere impiegato anche come esterno a 5, spero di integrarlo al meglio”.

“Quello che sta succedendo in squadra per me è normale, si sta forse un po’ esagerando secondo me. Siamo in una squadra in crescita, forse qualcuno ha dimenticato che dobbiamo recuperare una partita. Va bene che ho un modulo che mi caratterizza, ma la squadra deve essere brava a cambiare. La squadra sta migliorando, camminiamo a testa alta”.

LEGGI ANCHE

LA PRIMA PARTE DELLA CONFERENZA DI BOSCAGLIA

Coronavirus Sicilia: boom di contagi, Sambuca e Mezzojuso diventano zone rosse

Catania, Nicolosi: “Tra martedì e mercoledì eleggeremo il Cda, la trattativa si potrà concludere”

Palermo, il dilemma in attacco

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui