Il virus non si ferma in Sicilia. A Bagheria, vero e proprio focolaio dell’isola, si registrano 70 casi positivi. Lo ha comunicato lo stesso sindaco, Filippo Maria Tripoli, che ha aggiornato i suoi cittadini.

Di questi, 4 sono i guariti, mentre si conta purtroppo anche un decesso. Si tratta di un’anziana signora. Sotto osservazione feste di compleanni, matrimoni e cene nei ristoranti, sopratutto in quelle zone della Sicilia in cui il Covid-19 si sta diffondendo con intensità.

È il caso di Niscemi: nel nisseno infatti sono stati registrati 62 casi positivi. La diffusione si pensa sia partita proprio da una festa di un compleanno, un 18°, nel quale erano stati trovati positivi i primi ragazzi. “C’è preoccupazione – spiega il sindaco – sopratutto tra i genitori dei ragazzi che frequentano lo stesso plesso scolastico”.

Anche a Villafrati, lo scenario è preoccupante. Dopo l’accertamento degli 89 positivi nel territorio, il presidente della regione Nello Musumeci ha dichiarato nei giorni scorsi il paese “zona rossa” e ha provveduto alla sanificazione del centro urbano ed extraurbano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui