Il ritmo forsennato continua senza un attimo di sosta ed eccoci già alla 33° giornata che si apre con quello che è più che altro un allenamento che l’Atalanta sbriga alla svelta col già retrocesso Brescia. Gli orobici non fanno prigionieri e asfaltano le rondinelle col punteggio tennistico classico: Atalanta-Brescia 6-2. Per i nerazzurri segnano Pasalic (3), Malinovskyj (2) e Zapata; per i bresciani Torregrossa e Spalek.

I Blucerchiati di Ranieri stendono senza se e senza ma i sardi di Zenga con un 3-0 che non ammette repliche di sorta e fanno un balzo decisivo verso la salvezza come è giusto che sia. Sampdoria 3 Cagliari 0; reti di Gabbiadini e Bonazzoli (2).

Il Napoli in quel di Bologna non va oltre il pari per 1-1 e, seppur in vantaggio con Manolas fin dal 7′, non chiude la partita e si fa raggiungere dal furetto Barrow all’80′.

Il solito Milan timido e impacciato ad ogni inizio gara non si smentisce nemmeno contro il Parma e va sotto di un gol al 44′ segnato da Kurtic salvo poi risvegliarsi nella seconda parte della gara rimontando i ducali con tre reti spettacolari di Kessie (55′), Romagnoli (59′) e Calhanoglu (77′).

Il Lecce di Liverani a caccia di punti salvezza si trova davanti una Fiorentina in palla con Chiesa finalmente in cattedra e viene battuto per 1-3 sul proprio terreno e vede così svanire una grossa percentuale di speranza; pessima prova dell’intera squadra: Lecce 1 (Shakov)-Fiorentina 3 (Chiesa, Ghezzal, Cutrone).

La Roma di Fonseca fatica non poco ad imporsi al rognoso Verona e lo fa con gran fatica col punteggio di 2-1 (Veretout su penalty al 10′ e Dzeko al 45’+4. Pessina accorcia al 47′.)

Pirotecnico pareggio tra Sassuolo e Juventus per 3-3 che ha visto la Juve andare avanti di due gol (Danilo al 5′ e Higuain al 12′), e subire la rimonta fino al 3-2 dagli emiliani (Duricic 29′, Berardi 51′ e Caputo 54′) per poi pareggiare definitivamente con Alex Sandro al 64′. Juventus che racimola 2 soli punti e incassa 5 gol nelle ultime due partite!

Scialbo pareggio per 0-0 tra Udinese e Lazio la quale ha letteralmente smarrito la via del gol e non perde anche questa partita solo perché la dea bendata non è amica di Fofana che coglie il palo al 90′.

Il Torino, con un Belotti in grande spolvero, in versione tuttofare e che corre, contrasta, serve assist e realizza, mette ko uno svogliato Genoa che sembra una squadra tranquilla ed invece è in piena bagarre per la salvezza. Segnano Bremer al 32′, Lukic al 76′ e Belotti al 90°. Torino–Genoa 3-0. La prossima giornata scontro diretto Genoa-Lecce con in palio una grossa fetta di permanenza nella massima serie.

L’Inter infine regola una volenterosa ma ormai rassegnata Spal con un sonoro 0-4 al Paolo Mazza con reti di pregevole fattura frutto di belle triangolazioni ad opera di Candreva al 37′, Biraghi al 55′, Sanchez al 60′ e Gagliardini al 74′, e raggiunge così il secondo posto in classifica in solitaria con 71 punti a sei lunghezze dalla Juventus… Chissà…

Serie A – Risultati 33° giornata

ATALANTA

6-2

BRESCIA

MILAN

3-1

PARMA

SAMPDORIA

3-0

CAGLIARI

BOLOGNA

1-1

NAPOLI

UDINESE

0-0

LAZIO

SASSUOLO

3-3

JUVENTUS

ROMA

2-1

VERONA

LECCE

1-3

FIORENTINA

TORINO

3-0

GENOA

SPAL

0-4

INTER

La classifica

Classifica

PosTeamPGPTI
1Juventus3883
2Inter3882
3Atalanta3878
3Lazio3878
5Roma3870
6Milan3866
7Napoli3862
8Sassuolo3851
9Fiorentina3849
9Hellas Verona3849
9Parma3849
12Bologna3847
13Cagliari3845
13Udinese3845
15Sampdoria3842
16Torino3840
17Genoa3839
18Lecce3835
19Brescia3825
20Spal3820

LEGGI ANCHE

Trapani a Pisa con la messa in mora dei calciatori

Serie B e semifinali di Lega Pro: giornata importante per il girone del Palermo

Il calcio dilettanti al tempo del Covid-19: dall’Eccellenza alla Terza Categoria

SEGUICI SU FACEBOOK |  INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui