Lo stadio non è vuoto perché c’è ancora Zamparini.
Scusatemi ma non ci credo più, mi sembra un alibi comodo comodo per giustificare altro, forse anche più delicato e triste. Assumiamoci le nostre responsabilità da palermitani ed ammettiamolo; il problema è molto più profondo e quindi più difficile da risolvere. Se bastasse l’uscita di scena del patron per riempire nuovamente il Barbera, sarebbe molto più semplice.
Ma non sarà così vedrate. Recupereremo forse mille-duemila spettatori ma non di più. E non lo dico perché a preliminare firmato non è cambiato niente; quella con il Livorno non fa testo perché la gente non crede nell’effettiva cessione.
Lo dico anche presumendo una cessione reale e definitiva. Spiego le mie idee.
Lo stadio non è deserto perché Zamparini è ancora il padrone del Palermo. Forse prima, ma adesso non è più così. Lo stadio è vuoto perché c’è stato Zamparini che lo ha svuotato lentamente, negli anni. Con costanza e regolarità Il palermitano si è gradualmente allontanato. Ed ora è complicato recuperarlo. Perché è finito l’amore, la passione è scemata lentamente, Il sentimento di attaccamento si è sbiadito. Dopo anni ed anni di gestione scriteriata, il tifoso palermitano si è difeso mettendo in campo l’unica arma disponibile: Il distacco.
Zamparini ha fatto quello che ha fatto (ed è sotto gli occhi di tutti), il tifoso si è difeso. Si chiamano meccanismi di difesa (sebbene in altri ambiti e con altri significati). Ma simbolicamente è lo stesso percorso. Di fronte ad un torto subito o ad un tradimento, per non soffrire ulteriormente si può reagire o cercando lo scontro frontale o distaccandosi. Visto che lo scontro, in questo caso specifico, è di difficile realizzazione, l’unica arma è stata il distacco. Per non fare più “abbili“, il palermitano si è allontanato. Occhio che non vede cuore che non duole. Osservo da lontano così, se continuano le crudeltà calcistiche (come avvenuto),  soffro meno. Non è più affare mio.
È cambiato il sentimento, Il palermitano è diventato freddo e impassibile. Ecco perché ci vorrà tanto tempo e tante cose belle per riaccendere la passione. Ed è molto più complicato che una semplice uscita del patron.
Spero di sbagliarmi, con affetto
Carlo Cangemi

.

10 Commenti

  1. Credo che lei in buona parte abbia ragione, il distacco lento e graduale per colpa di Zamparini…..ma il problema è molto più complesso, le pay tv hanno svuotato gli stadi. Quando capitano giornate fredde e piovose è più comodo un divano al calduccio….

  2. Io credo che con l’uscita di Zamparini lo stadio si svuotera ancora di più.
    In realtà l’unica cosa che può fare riavvicinare la gente è semplicemente una società ambiziosa e presente.

  3. “Ma non è più colpa di Zamparini…” Sembra che la colpa adesso fosse di qualcun’altro, poi ti leggi l’articolo e scopri che lo stadio è vuoto per gli effetti devastanti della gestione Zamparini. Si è scoperta l’acqua calda. Comunque il titolo dell’arcolo, per larghissima parte condivisibile, c’entra con lo stesso come la panna sulle cozze.

  4. Posso, nel mio piccolo, non essere d’accordo con lei. Cosa dovrebbero fare i tifosi del Milan che da dieci anni non vedono più luce e sommano brutte figure in continuazione; i tifosi dell’Inter che dopo il triplete vedono vincere gli altri perdendo pure con i morti. I tifosi del Bologna che abituati com’erano,ora lotano se tutto va bene per la salvezza. I tifosi della magica, la Roma, che continuamente si esaltano e si disperano senza avere mai una soddisfazione. Per non prendere in esempio tifoserie nobili, cioè abituati a vincere nei loro campionati e non come noi che perdiamo i tifosi per gli ultimi sette anni. La verità è che il palermitano non tiene alla sua squadra, anche perché ritiene più sua una strisciata che vince al Palermo che lotta per altri obiettivi. Almeno ora un po’ migliori rispetto ai tempi pre Zampariniani. Tifosi lo si è sempre,sia quando eravamo in serie C/2 che quando lottavamo per i posti nobili della serie A.

  5. Lo stadio è vuoto perché una puòco ri palermitani è strisciato nel dna e siccome, sempre nel dna, è uno ca si lamenta sempre, scarica le colpe agli altri.

  6. Non concordo minimamente, al netto degli strisciati e della “lagnusia” palermitana, la gente è realmente nauseata da anni di bugie, presidenti intercambiabili, e teatranti vari come nelle ultime settimane. Appena ci sarà LA CERTEZZA che l’approfittatore nordico è veramente fuori gioco, e che cè una società seria e chiara che ambisce sia per i diritti Tv che per la potenzialità della piazza a stare regolarmente a metà classifica in serie A, allora vedrete che come minimo i 18/20 mila spettatori saranno sempre presenti.

  7. Concordo con l’articolista. Lo stadio e vuoto perche’il tifoso e’ schifiato degli ultimi 7 anni di gestione. Continua ad amare squadra e colori, ma e’ schifiato dalla gestione. E siccome in questo primo mese post Zamparini la gestione appare esattamente la stessa, il tifoso continua a rimanere schifiato e lontano dallo stadio, non dalle vicende della squadra!

  8. Io condivido in pieno l’articolo il tifoso e mi ci metto pure io,mi sono distaccato dal Palermo di zamparini per la gestione degli ultimi 5 anni mi ha fatto lentamente allontanare dalla squadra senza riuscire a scindere le 2 cose lui ha fatto di tutto per far allontanare la gente dallo stadio e forse l’ha fatto pure apposta così magari pensava lui c’è meno gente che mi contesta, a pensato a vendere giocatori per acquistare giocatori sconosciuti non ha mai preso un calciatore per mezzo conosciuto per far accendere la piazza o ha tenuto in squadra qualche giocatore apprezzato dalla piazza per fare contenti i tifosi,penso io in questo momento un Bambino che si affaccia per la prima volta nel mondo Palermo ma quale maglietta di quale calciatore dovrebbe preferire o essere fiero, lui ha fatto terra bruciata ovviamente seguo il Palermo e sono felicissimo per il primo posto in classifica però voglio solamente che zamparini esca definitivamente dalla società e spero che ci sia qualcuno che risollevi le sorti del nostro e soprattutto che riporti l’entusiasmo Di una volta perché il tifoso palermitano l’ha Perso da un pezzo

  9. Come detto da altro utente, il titolo è fuorviante, sembra che la colpa non sia più di Zamparini, quando invece è l’unico responsabile. Voglio poi rispondere a chi continua ad accusare di essere ” strisciati’ quelli che non vanno allo stadio, esaltando lo spirito di attaccamento degli altri tifosi: se lo scempio fatto da questo tizio fosse avvenuto altrove avrebbero messo a ferro e fuoco la città. E visto quello che succede in giro sinceramente preferisco la grande lezione di civiltà di disertare lo stadio. Magari lo facessero tutti anziché fare tutte le altre schifezze di violenza e disordini. Infine vorrei ricordare che in C2, c’erano sempre le strisciate vincenti, e c’erano anche più spettatori allo stadio, quello che mancava era questo tizio e la sua gestione che fa tutto tranne avvicinare la gente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui