Emanuele Ndoj: nato a Catania ma di nazionalità albanese, classe 1996 e centrocampista centrale del Brescia. Quest’anno con le rondinelle 6 assist e 3 gol, un contributo importante alla promozione dei lombardi. Come svelato dal suo procuratore Giuffredi, è quasi certa la partenza da Brescia per via della lite con Cellino che non vorrebbe più giocatori assistiti dallo stesso procuratore.

Se per Donnarumma e Martella (altri suoi assistiti) la strada è quasi impossibile, discorso diverso proprio per Ndoj. Il giocatore gradirebbe una destinazione come Palermo per poter maturare definitivamente e vivere un’altra stagione da assoluto protagonista. Inoltre a Marino deve essere fornito un giocatore in grado di poter far girare il centrocampo.

Ndoj quest’anno ha spesso giocato da mezz’ala data la presenza di Tonali, ma viste le ottime doti tecniche oltre che fisiche (alto 1,89 m) Marino potrebbe cucirgli addosso il classico vestito da regista di centrocampo. La valutazione è piuttosto altina per un giocatore proveniente dalla B, circa 3 milioni. Però le evidenti incomprensioni e difficoltà con Cellino potrebbero costringere l’ex patron del Cagliari a fare un piccolo sconto o a cedere il ragazzo in prestito con un diritto o obbligo di riscatto. Dunque una spesa da mettere a bilancio l’anno prossimo.

Lucchesi ci fa un pensierino: tra le mille difficoltà i rosanero devono comunque pensare al mercato. Bene i giovani della primavera, bene il ridimensionamento che sarà di grosso calibro, ma con un’austerità eccessiva il rischio è quello di lottare seriamente per i playout. 

LEGGI ANCHE:

I POLACCHI NEL PROGETTO DEL PALERMO FUTURO

FOSCHI IN VIA D’USCITA: ANCHE LO STAFF MEDICO. LA RIVOLUZIONE ROSANERO

Facebook
Instagram
Twitter
SHARE