Gomis

Dallo scorso 6 luglio Alfred Gomis è ufficialmente un nuovo giocatore del Palermo. L’esperto portiere senegalese classe 1993 è stato il primo acquisto di questa sessione estiva di calciomercato per il club di Viale del Fante.

E in questi istanti l’estremo difensore si è presentato in conferenza stampa a Livigno. Ecco di seguito le sue dichiarazioni raccolte dalla nostra redazione presente sul posto.

Palermo: le prime parole di Gomis

Sul fatto di essere quattro fratelli portieri: “Non è un record mondiale ma fa molto piacere. Siamo quattro fratelli, anche il più piccolo fa lo stesso ruolo. In casa non parliamo molto di calcio. Titolare? La società sta strutturando il club per avere 25 titolari e ci giocheremo tutti il posto“.

Sul giocare in Italia: “Volevo tornare, ho fatto una bella esperienza in Francia. Ho ottenuto ottimi risultati come giocare in Europa. Mi trovo bene in Italia, la mia famiglia sta qui. Il campionato di B è molto competitivo ma il Palermo ha un progetto importante ed ho evidenziato diversi fattori che mi hanno portato alla decisione di venire qui”.

Sulla squadra: “Manca ancora tanto, il morale nello spogliatoio è positivo. Tutti si mettono a disposizione del mister e dello staff. La società cerca di migliorare la rosa, qualcuno andrà via ma noi dobbiamo lavorare al meglio per farci trovare al meglio”. 

Su Dionisi: “Non abbiamo lavorato tantissimo ma c’è ancora tempo. Siamo focalizzati sulla tenuta fisica per mettere benzina nelle gambe”.

Sugli aspetti da curare per la B: “Il gruppo è importante, credo sia un fattore fondamentale. La qualità c’è, il Palermo ha fatto bene anche la passata stagione. Ci sono giocatori di qualità e arriveranno altri, ma è fondamentale la coesione”.

Sugli incontri da avversario con il Palermo“Ho giocato con il Crotone contro il Palermo ma ero molto giovane. Con il Como la ricordo meglio perché è stata poco tempo fa, il pareggio fu giusto. Adesso sono contento di giocare per i rosanero”.

Sulla Nazionale“Vien da sé, ho fatto molto bene con il Senegal ma oggi sono focalizzato unicamente sul Palermo”.

Sulla sua passione per i libri“Per ora in ritiro non leggo, sto cercando di sfruttare il tempo a disposizione per farmi conoscere dai compagni e fare gruppo. Ho dei libri in camera, li leggerò quando ci sarà tempo. Un titolo per questa stagione? Ancora non so, ne parleremo dopo”.

Un libro che lo rappresenta“Ogni libro parte da una pagina bianca. Posso prendere spunti come ad esempio ‘Shantaram’. Mi sono sentito come lui quando sono arrivato in Italia”.

LEGGI ANCHE

Palermo, primo e ultimo turno “definiti”: chi non affronteranno i rosa

VIDEO – Palermo: Toni, Amauri e Pastore insieme a New York

VIDEO – Palermo il recap della seduta di allenamento pomeridiano

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui