Palermo

Fabio Cannavaro, allenatore del Benevento, sarà il prossimo tecnico a sfidare il Palermo di Corini. Dopo avere conquistato un punto sul terreno dell’Oreste Granillo contro la Reggina, il campione del mondo è atteso in casa per scontrarsi con i rosanero. Subentrato a settembre al posto di Caserta, Cannavaro in otto partite è riuscito a conquistare una sola vittoria, condita da 5 pareggi e 2 sconfitte. Attualmente, infatti, il club campano si trova al 15esimo posto con 15 punti.

La carriera di Cannavaro: dall’Arabia alla Cina 

Dopo aver svolto una carriera stellare da difensore in squadre come il Parma, la Juventus ed il Real Madrid, e dopo aver vinto un Pallone d’Oro ed un Mondiale con l’Italia, Cannavaro nel 2011 decide di appendere le scarpe al chiodo. Intraprende, così, la carriera di allenatore, iniziando proprio nell’ultima squadra con la quale ha giocato, l’Al-Ahli. Si trasferisce nel club arabo per lavorare come vice-allenatore di Cosmin Olaroiu. Assieme a lui, Cannavaro riesce a vincere il massimo campionato di calcio dell’Arabia Saudita.

Termina l’esperienza con i biancoverdi, nel 2014 l’ex difensore originario di Napoli, viene chiamato direttamente da Marcello Lippi per allenare il Guangzhou Zuqiu Julebu, squadra di calcio cinese. A giugno dell’anno dopo, però, al primo posto in classifica ed in seguito ad aver ottenuto l’accesso ai quarti di finale della Champions, Cannavaro viene esonerato.

Nello stesso anno, ritorna in Arabia per allenare l’Al-Nassr, squadra reduce dalla vittoria del campionato di Serie A. Anche qui, l’avventura per il tecnico campano finisce subito, venendo esonerato dopo soli 4 mesi dal suo arrivo. Ancora una volta, Cannavaro torna in Cina per sedersi sulla panchina del Tianjin Tianhai Zuqiu Julebu, club militante nella serie cadetta. Presa in mano la squadra al dodicesimo posto, il campione del mondo riesce nell’impresa di centrare la prima storica promozione in Serie A per i giallorossi. Rimane per un’altra stagione, che però non va nel migliore dei modi.

Nostalgia di casa e ritorno in Italia

Dal 2017 al 2021, Fabio Cannavaro ritorna al Guangzhou, dove riesce a vincere il campionato alla seconda stagione, arrivando molto spesso vicino alla finale di Champions. Agli inizi del 2020, il tecnico napoletano inizia ad accusare sintomi di nostalgia verso l’Italia. A testimoniare ciò una diretta su Instagram assieme al noto attore, Salvatore Esposito.

Durante la lunga chiacchierata, Cannavaro spiega di stare bene in Cina, ma la sua situazione con il club non è semplice. Inoltre, sul proprio futuro dice: “Il mio obiettivo è tornare in Europa, anche se non so ancora né quando né dove o come. In questi anni ho ricevuto tante richieste ma le ho sempre tenute per me”.

Nel 2021, così, oltre ai diversi problemi economici del club cinese, l’ex Juventus decide di rescindere il contratto. Un anno dopo riesce ad esaudire un suo sogno: allenare in Italia. Infatti, si trasferisce al Benevento per affrontare il campionato di Serie B, prendendo il posto di Fabio Caserta.

Adesso, il vincitore del Pallone d’Oro 2006, dopo essere tornato in patria sulla panchina dei campani, vorrà mettere in mostra quanto appreso con le precedenti squadre. Domenica lo attenderà il tifo del Ciro Vigorito per riuscire a battere il Palermo in casa ed ottenere, così, tre punti importanti.

LEGGI ANCHE

Genoa, Zangrillo: “Momento difficile, ma dobbiamo rimanere uniti”

Ternana, Bandecchi: “Accordo raggiunto con Andreazzoli”

Argentina, zero minuti per Dybala. Scaloni: “È una scelta tecnica”

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui