Pisa

L’articolo de “Il Tirreno” scritto da Andrea Chiavacci tratta del match tra Palermo e Pisa, in programma alle 14:00 di oggi al Barbera. Gara fondamentale per entrambe le squadre visti i due momenti di forma. Circa cinquecento pisani seguiranno la squadra neroazzurra in trasferta, in un clima caldissimo come quello del Barbera. Palermo alla ricerca disperata dei 3 punti, conquistati una sola volta nelle ultime 6 giornate. Pisa invece in cerca della vittoria che significherebbe sorpasso in classifica proprio del Palermo.

Le parole dell’allenatore del Pisa D’Angelo alla vigilia del match

Ieri in conferenza stampa il mister Luca D’Angelo ha ribadito l’importanza di questa partita ma soprattutto ha parlato dell’attuale posizione di classifica: “Se eravamo più avanti in classifica era meglio. Adesso ci tocca migliorarla senza guardare al passato, dobbiamo fare tutti di più”. Inoltre il tecnico dei neroazzurri ha fatto i complimenti alla squadra allenata da Corini per l’ottima qualità della rosa. “Avranno fin dall’inizio il desiderio di fare risultato e interrompere questa striscia negativa” il pensiero di D’Angelo sull’approccio che avranno i rosanero alla partita davanti al proprio pubblico.

Nuovo Pisa, vecchi ricordi. Il tecnico ha ribadito la forza del gruppo e la voglia di ognuno dei giocatori di aiutarsi a vicenda. La forza del Pisa è infatti secondo D’Angelo la compattezza nel reparto offensivo e difensivo, un fattore che si è già visto nelle ultime due partite di Serie B dove i neroazzurri hanno ottenuto una vittoria e un pareggio. Unico problema da risolvere è il calo fisico degli ultimi 10-15 minuti di gara che spesso ha giocato brutti scherzi al Pisa. Per quanto riguarda il modulo, nessuna sorpresa: si va avanti con il 4-3-2-1. Il punto fermo della formazione è Ionita, che potrebbe giocare in posizione più avanzata rispetto al ruolo naturale di centrocampista.

LEGGI ANCHE

De Zerbi, l’ex Palermo litiga con l’allenatore avversario

Feltri shock: “Denise Pipitone ha rotto le balle”

Il calendario del Palermo fino alla fine del 2022. Facciamo chiarezza

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui