Palermo Catania
Palermo, ITALY: Palermo's midfielder Eugenio Corini jubilates after he scored a goal against Torino during their Italian Serie A football match at Palermo's Barbera Stadium, 12 November 2006. AFP PHOTO / Marcello PATERNOSTRO . (Photo credit should read MARCELLO PATERNOSTRO/AFP/Getty Images)

Due città, due squadre, stessa terra. Così simili e allo stesso tempo diverse e caratterizzate da una rivalità che non conosce fine. Palermo e Catania sono le due città e squadre più importanti della Sicilia e il loro testa a testa non riguarda solo l’aspetto culturale, ma anche quello calcistico. Le due squadre hanno sempre battagliato tra di loro, soprattutto nei primi anni 2000 quando entrambe si scontravano nel massimo palcoscenico calcistico italiano: la Serie A. E in quelle battaglie a rappresentare le due fazioni c’erano due figure che i tifosi di entrambi i club considerano “sacre” e che hanno ritrovato in questa stagione. Si tratta di Eugenio Corini e Francesco Lodi, i due capitani storici, che da avversari in un derby non si sono mai incontrati, ma che hanno scritto pagine indelebili di questo match.

A volte ritornano: i capitani di Palermo e Catania tornano a casa

Arrivati in due circostanze diverse, ma con la stessa voglia della prima volta, Corini e Lodi fanno ritorno nella terra che più li ha amati. I due tornano con ruoli diversi, ma sempre di rilievo. Il primo torna a Palermo dopo essere stato il capitano della storica promozione del 2004 e degli anni d’oro di Zamparini. In mezzo una parentesi sfortunata come allenatore dei rosanero, che duro solo qualche settimana, nella stagione 2016/2017. Oggi “il genio” è tornato nuovamente nella panchina dei rosa, subentrando al suo primo allenatore avuto in Sicilia: Silvio Baldini. La sua seconda esperienza da allenatore del Palermo si è aperta nel migliore dei modi vincendo, alla prima giornata di campionato di Serie B, contro il Perugia per 2-0.

Per Francesco Lodi il ritorno ha un peso diverso, ma l’importanza è uguale. Il Catania dopo aver vissuto un’estate d’inferno con l’incubo del fallimento, è risorto dalle macerie grazie al presidente Pelligra, che sta costruendo la nuova squadra che giocherà la Serie D. L’obbiettivo è quello di ritornare subito tra i professionisti e per farlo, l’imprenditore australiano ha voluto il ritorno di uno dei giocatori più amati dalla tifoseria etnea. Lodi, infatti, all’età di 38 anni, tornerà per la quarta volta nella sua Catania, cercando di riscrivere la storia del club a suon di punizioni: la specialità della casa.

Le due città e le due squadre da sempre contraddistinte da un’accesa rivalità si ritrovano a condividere un destino simile. I loro due storici capitani sono tornati per amore verso i colori e verso i tifosi e dalla panchina (Corini) e dal campo (Lodi) proveranno a ripetere le gesta che li hanno resi due pezzi di storia di Palermo e Catania.

LEGGI ANCHE 

Palermo, in arrivo dal Monza Davide Bettella: le ultime

Palermo, domani Corini in conferenza stampa

Le decisioni del Giudice sportivo: ammenda per il Bari

Calciomercato Cosenza, per la porta in arrivo un ex Palermo

SEGUICI SU FACEBOOK | INSTAGRAM | TWITTER

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui